Torino – Sampdoria 1-3, Ramirez e Quagliarella sbancano il Grande Torino

SERIE A Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

Alle 18.00 di questo sabato è andata in scena il match tra Torino Sampdoria, valido per la ventitreesima giornata di Serie A. Gli uomini di Ranieri, dopo la mancata rimonta di lunedì sera contro il Napoli, avevano voglia di riscatto a seguito di una sconfitta che ha bruciato più del dovuto; discorso analogo per i granata, allo sbando nell’ultima gara contro il Lecce e con un cambio in panchina non certo consolidato.

PRIMO TEMPO

Davvero poco e niente accade nel primo tempo della gara. Quattro gialli, Berenguer per il Torino e Thorsby, Ekdal e Tonelli per la Samp. L’unico grande spavento l’ha procurato – a se stessa – la Sampdoria, con Ramirez uscito per un colpo al 13′ ma subito rientrato.

Il tabellino all’intervallo parla chiaro: zero a zero scialbo, pochi tiri, uno a testa nello specchio; tanti falli commessi, come pronosticabile in un match tra due squadre più fisiche che tecniche.

SECONDO TEMPO

La poca fiducia del primo tempo, da entrambe le parti, sembra ancora imperversare nella seconda frazione. Le anime però appaiono più vivaci in campo, e nonostante il gioco zoppicante è la Sampdoria a creare la prima vera occasione da goal: Quagliarella serve Ramirez, che a tu per tu con Sirigu non riesce a metterla dentro. Bravo il portiere granata a chiudere lo spazio.

Il brivido corso lungo la schiena dei calciatori del Torino pare risvegliarli, tanto che si riversano anche loro in attacco. Al 56′ Berenguer inventa per Verdi: l’esterno la tocca male, ma riesce comunque a battere Audero. Uno a zero per i granata.

Passano i minuti, ma la gara non pare schiodarsi dal vantaggio del Toro. Dopo i primi minuti a buona intensità, i granata tornano a rifugiarsi in difesa, mentre gli attacchi della Sampdoria, seppur potenzialmente pericolosi, risultano totalmente inoffensivi. Solo al 70′ gli uomini di Ranieri riescono a superare la strenue difesa del Torino: è Ramirez a trovare la chiave giusta per il pareggio, con una punizione pennellata al’incrocio dei pali. E’ ancora l’uruguayano a trovare il secondo goal per la Samp, con un ottimo assist di Quagliarella.

I blucerchiati, forti del vantaggio, viaggiano su altre distanze rispetto al Torino, e trovano anche il terzo goal: Izzo butta giù Quagliarella in area di rigore; il difensore viene espulso, ed il capitano della Doria batte Sirigu dagli undici metri.

Nessun altro grande sussulto nei minuti finali del match, con la Sampdoria che si aggiudica i tre punti.