FISCHIO D’INIZIO MILAN – Conferma del presente per il futuro

Condividi

Questa sera, con fischio d’inizio previsto per le ore 20.45, nella trentottesima giornata di Serie A, il Milan di Stefano Pioli sfiderà, allo stadio Meazza, la compagine Cagliaritana.

Pioli, forte dei risultati ottenuti e conscio che sarà l’ultima fatica da parte dei suoi ragazzi, non effettuerà alcun turnover.

La formazione titolare sarà quindi composta da Donnarumma tra i pali, Calabria, Gabbia, Kjaer ed Hernandez costituiranno la linea difensiva.

A centrocampo i soliti Kessie e Bennacer supporteranno il poker offensivo costituito da Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic ed Ibrahimovic.

In quest’ultima rubrica prepartita, desideriamo porre la nostra analisi su uno dei protagonisti indiscussi di questa stagione: il Mister.

Stefano Pioli è subentrato nel mese di ottobre ad un deludente Giampaolo, conducendo la guida tecnica del club per trenta gare di campionato.

Dal suo insediamento in panchina, Il Milan ha ottenuto cinquantaquattro punti dei sessantatre in classifica, derivati da quindici vittorie e nove pareggi.

Mantenendo lo stesso trend di vittorie e pareggi ottenuti, se l’allenatore parmigiano fosse partito dall’inizio, avrebbe ottenuto quattordici punti nelle prime otto gare.

Sommando questi quattordici punti ai risultati da lui ottenuti, i rossoneri si troverebbero un punto sopra la Roma e di conseguenza, direttamente in Europa League.

Ad onor del vero, per una corretta analisi, non si può non menzionare l’impatto avuto dagli acquisti del mercato di gennaio, determinanti per risultati e mentalità.

È doveroso sottolineare anche che i match disputati da Giampaolo si sono disputati prevalentemente con squadre che hanno concluso nella parte medio bassa della classifica.

In conclusione, ha poco senso rimpiangere su ciò che poteva essere, possiamo però, dati alla mano, gioire per la sua conferma, cercando di convincere la parte di tifoseria ancora scettica.

Accanto a Pioli, Forza Milan.