Genoa – Juventus, le pagelle motivate

Condividi

PAGELLE GENOA-JUVENTUS

GENOA:

Perin, voto 6,5: A dispetto dei tre gol assolutamente imparabili è uno dei migliori tra i suoi. Nel primo tempo para tutto quello che c’è da parare.

Romero, voto 5,5: Tiene bene nella prima frazione, poi si deve arrendere alla classe degli avversari. Troppo morbido sul gol di Dybala.

Soumahoro, voto 6: Guida la fase difensiva del Genoa ingabbiando i bianconeri per 45 minuti. Nulla può quando Dybala e Ronaldo alzano il volume.

Masiello, voto 5,5; Spesso in ritardo sugli attaccanti bianconeri.

Ghiglione, voto 6: Tra i pochi a cercare di impensierire la Juventus. Dal 62′ Barreca, voto 5,5: Ordinato e nulla più.

Behrami, voto 5: Dybala lo salta netto sul primo gol. Perde il duello a centrocampo con Bentancur.

Schone, voto 6: Nel primo tempo è il cervello della squadra. Esce dopo l’intervallo non si sa bene perché. Dal 46′ Lerager, voto 5; Meno brillante del compagno che sostituisce.

Sturaro, voto 6: Corre e lotta come di consueto. Non tira indietro la gamba e alcuni suoi interventi sono molto duri. Dal 75′ Biraschi, senza voto.

Cassata, voto 6: Come Ghiglione non rinuncia a sganciarsi in avanti. Trova però poco supporto. Dal 77′ Pandev, senza voto.

Pinamonti, voto 6,5: Non brilla nel primo tempo. Si riscatta con uno splendido gol nel finale.

Favilli, voto 5,5: Di stima più che altro. Se la vede con Bonucci e de Ligt che non gli lasciano nulla.

All. Nicola, voto 6: Imposta una partita fondamentalmente difensiva e per un tempo comincia a credere nell’impresa.  Poi torna sulla terra.

PAGELLE GENOA – JUVENTUS

JUVENTUS:

Szczesny, voto 5,5: Solo perché prende gol sul suo palo. Per il resto non è chiamato agli straordinari.

Cuadrado, voto 6,5: Fa entrambe le fasi con dedizione e continuità.

de Ligt, voto 7: Le prende tutte sia di testa che di piede. Non rinuncia a far ripartire l’azione.

Bonucci, voto 7: Prestazione del tutto simile a quella del compagno di reparto. Si prende un giallo ingenuo, ma il 7 ci sta lo stesso.

Danilo, voto 5,5: tra le poche note stonate della serata. Nel primo tempo sbaglia un paio di passaggi facili che compromettono il proseguo dell’azione.

Bentancur, voto 7: Fondamentale nel pressing alto e nel recupero palla, quando la conquista fa sempre la cosa giusta. Lucido e continuo per tutta la durata del match.

Pjanic, voto 6: Gioca una partita tutto sommato sufficiente. Non brilla di certo, ma è ordinato e preciso. Dal 74′ Ramsey, senza voto.

Rabiot, voto 6,5: A differenza di tutti gli altri meglio nel primo tempo. Si muove bene nel centrosinistra non disdegnado qualche inserimento interessante.

Bernardeschi, voto 6: Ci prova dalla distanza, ma trova un Perin attento. Il gol continua a non arrivare, ma la condizione appare in netta crescita. Dal 66′ Douglas Costa, voto 7; Entra e segna un gol da cineteca che chiude la partita.

Dybala, voto 7,5: Quando è in possesso del pallone pare non toccare terra. In una di queste occasioni entra in area alla sua maniera ed apre le marcature con il sinistro. Dall’83’ Olivieri, senza voto.

Ronaldo, voto 6,5: Ancora non brillantissimo, ma sempre pericoloso. Al 57′ lascia partire un destro di rara potenza che si insacca nel sette. Dal 74′ Higuain, senza voto.

All. Sarri, voto 7: Si vede una bella Juventus. Possesso palla e movimenti sono sempre fluidi e veloci.