SENZA FRENI – Insigne dove sei? Il Napoli ha bisogno di te

Napoli Prima Pagina Rubrica
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Nella nebbia di Milano, che c’è ma non si vede, si son perse ancora una volta le tracce di Lorenzo Insigne. Il capitano del Napoli continua ad attraversare un periodo negativo che dura da un po’.

Zero gol su azione, due assist – entrambi nel match contro la Sampdoria alla quinta giornata – e tanto sacrificio. Perchè di Insigne si possono dire tante cose, ma non che non dia l’anima per questa squadra. A volte, però, la voglia da sola non basta. Perché sono necessarie la personalità e la testa, che in questo momento sembra altrove.

“La mente è come una valigia che andrebbe svuotata di tutti quei pensieri inutili che la appesantiscono soltanto”

La crescita mentale di Lorenzo Insigne è stata spesso tema di discussione tra tifosi e addetti ai lavori. Da anni si attende il definitivo salto di qualità dell’attaccante partenopeo, ma probabilmente è arrivato il momento di aprire gli occhi ed ammettere che Lorenzo è questo, con i suoi pregi e i suoi difetti, con le sue potenzialità e coi suoi limiti.

Potenzialità che lo hanno portato ad indossare il numero 10 della Nazionale e ad essere un pilastro di una squadra che da anni lotta per i primi posti. Limiti che, puntualmente, lo portano ad appannarsi, a scomparire quasi in alcuni frangenti di stagione. Perchè è nervoso Lorenzo? Perchè si incaponisce con dribbling e tiri impossibili?

“Non puoi tornare indietro e cambiare l’inizio, ma puoi iniziare dove sei e cambiare il finale”

Dopo tredici giornate di campionato il Napoli, nonostante un Insigne in formato easy, è lì al primo posto a braccetto col Milan. Guardarsi indietro ormai è inutile, guardare avanti diventa indispensabile. Da qui alla sosta natalizia gli azzurri si giocheranno un pezzetto di stagione e gli infortuni di Osimhen e Anguissa aumentano ancora di più la necessità di avere Lorenzo ai suoi livelli.

Insigne, almeno fino a giugno, resta il regista offensivo di questa squadra. E’ il giocatore che può cambiare le sorti di una partita, che può inventarsi la giocata risolutiva. E’ arrivato il momento di tornare da Wembley, perchè forse è proprio lì che si è perso il capitano.

Lorenzo, la tua Napoli ed il tuo Napoli hanno bisogno di te.

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitch