Le Bombe di Vlad da Avviso a Zappa

Rubrica
Condividi
Tempo di lettura: 4 minuti

Ed anche questa settimana, tra polemiche e pallone, gli spunti per la nostra rubrica non sono mancati. Con un po’ di ilarità e serietà vi raccontiamo il tutto, rigorosamente dalla A alla Z:

A come Avviso di garanzia: il caso Suarez coinvolge anche il CEO della Juventus Fabio Paratici che viene coinvolto nell’indagine della Procura di Perugia per una telefonata tra lui e il Ministro De Micheli. Entrambi si dichiarano tranquilli: “Era solo una chiamata tra amici per chiedere informazioni“. La giustizia farà il suo corso ma intanto la brutta figura a livello mondiale resta.

B come Brescia: termina l’avventura di Lopez sulla panchina delle rondinelle ed inizia quella di Gastaldello. Nuovo corso.

C come Cutrone: l’avventura a Firenze, nel completo anonimato, è già giunta al termine. Sull’attaccante ex Milan piombano Bologna e Parma. Situazione da monitorare.

D come De Paul: sono anni ormai che il suo nome viene accostato al Napoli, ma poi non arriva mai l’affondo decisivo. Il giocatore non è mai uscito dal mirino del club partenopeo e forse la prossima sessione di mercato estivo potrebbe essere davvero quella giusta. 

E come Eriksen: ormai il suo destino è segnato e l’addio è scontato. Ma perché umiliarlo così?

F come Fekir: potrebbe essere lui il sostituto di Calhanoglu nel caso il turco non dovesse rinnovare con il Milan. Primi sondaggi.

G come Giroud: 6 goal nelle ultime 4 partite per l’attaccante del Chelsea. Contratto in scadenza a giugno, un affare da cogliere al volo.

H come Hulk: l’attaccante brasiliano dopo quattro stagioni lascia il campionato cinese. Ritorno in Europa?

I come Insigne: il capitano del Napoli con la maglia versione Argentina continua a creare meraviglie. Ispirazione ‘divina’.

L come Leicester City: grazie ad un goal di capitan Vardy nei minuti di recupero, le Foxes tornano alla vittoria dopo quattro partite.

M come Monza: ancora un grande colpo per il club della coppia Galliani – Berlusconi. Dopo aver preso Boateng nell’ultima sessione di mercato, ecco che a parametro zero arriva Mario Balotelli. Una coppia da urlo per la Serie B.

N come “Non so perché”: e certamente non possiamo saperlo noi. Pjanic, l’acquisto top del Barcellona di questa stagione, fatica a trovare spazio ed i mugugni iniziano a fare rumore.

O come Ospina: il portiere colombiano è ancora una volta il protagonista del Napoli. Dopo il rigore parato in Europa League contro l’AZ, arriva l’ennesima prestazione importante: parata decisiva su Vulic nel primo tempo con il risultato ancora in bilico. Qualcuno dice che Gattuso lo preferisce perché gioca bene con i piedi, ma in molti, forse, dimenticano che un estremo difensore deve per prima cosa parare, e lui, negli ultimi tempi, lo fa egregiamente.

P come Pogba: il suo agente Mino Raiola rompe gli indugi e dichiara che l’avventura del centrocampista francese al Manchester United è finita. Che l’asta abbia inizio.

Q come Quaterna: doppio poker per il Napoli negli ultimi due match di campionato. Gli azzurri sembrano aver ritrovato la via del goal.

R come Rabbia giallorossa: l’espulsione di Pedro, un rigore mancato e qualche ‘distrazione’ di troppo hanno fatto infuriare Fonseca che, al termine del primo tempo, è stato espulso. Prestazione dell’arbitro Maresca da rivedere.

S come Sorteggi Mondiali2022: l’Italia di Roberto Mancini affronterà Svizzera, Nord Irlanda, Bulgaria e Lituania. Girone più che abbordabile.

T come Torino; nonostante un avvio di stagione da horror, Cairo non dubita della scelta fatta: “Mai pensato di esonerare Giampaolo”. Contento lui, contenti tutti, contenti, soprattutto, gli altri.

U come Ufficiale: ormai mancavano solo i crismi dell’ufficialità e finalmente sono arrivati. Lo Stadio comunale di Napoli passa da San Paolo a D10S.

V come Violenza: troppa quella vista negli ultimi tempi in Lega Pro. Foggia, Potenza e Livorno: calciatori e dirigenti aggrediti. Il presidente della Figc Gravina manifesta tutta la sua rabbia: “Adesso basta”. Giusta l’indignazione, ma purtroppo questo è un problema vecchio come il mondo e la soluzione sembra impossibile da trovare. Cultura italica.

Z come Zappa: sicuramente una delle sorprese di questo avvio di stagione. L’esterno del Cagliari continua a stupire gli addetti ai lavori e soprattutto a dare tante soddisfazioni a chi al fantacalcio lo ha acquistato per appena un credito.

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitter

Print Friendly, PDF & Email