Il Punto – “Harakimi” Bologna

Atalanta Bologna Cagliari Fiorentina Genoa Inter Juventus Lazio Milan Napoli News Roma Rubrica Sampdoria Sassuolo Spezia Torino Udinese Verona
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

La decima giornata di campionato si apre con la sfida all’ultimo artiglio. Al Dino Manuzzi in campo due Aquile: Spezia da un lato, Lazio dall’altro. Gli uomini di Italiano propongono un ottimo calcio, ma devono arrendersi alla sfortuna. Due legni e pareggio solo sfiorato. I tre punti vanno ai biancocelesti che avevano indirizzato la gara con le reti iniziali di Immobile e Milinkovic-Savic. Nzola consolazione per i padroni di casa. A seguire il derby della Mole. “Turin à l’è bianca e neira” diranno i tifosi della Juventus a fine partita. N’Koulou illude il Torino col gol del momentaneo vantaggio. Ci pensano, poi, McKennie e Bonucci che, entrambi di testa, regalano la vittoria ai suoi. Per Giampaolo il rammarico di aver subito due gol su azioni pressoché identiche. Per Pirlo la gioia di non essere dipeso da un Ronaldo davvero irriconoscibile. Poco dopo, una buona Inter ha la meglio sul Bologna di Mihajlovic. Al San Siro è 3-1. In rete il solito Lukaku ed il sensazionale Hakimi con la sua prima doppietta italiana. Per i felsinei momentaneo 2-1 di Vignato. Arriva la domenica con Verona e Cagliari che non riescono ad andare oltre l’1-1. A Zaccagni risponde Marin. Un palo a testa, un punto ciascuno e scaligeri e sardi si risparmiano. Alle 15 vincono noia e maltempo. UdineseAtalanta viene rinviata per l’impraticabilità del tappeto (marron)verde della Dacia Arena. Piccola nota: non poter giocare una partita di calcio a causa della pioggia nell’era dei terreni riscaldati e dei sistemi di drenaggio all’avanguardia è una vergogna. Da rinviare, per risparmiarci la noia mortale, sarebbero dovute essere anche RomaSassuolo e ParmaBenevento. Degno di nota il palo di Dzeko e davvero poco altro. Appuntamento col gol rimandato alle 18 quando il Napoli ne fa quattro al Crotone. Ottima partenza dei calabresi, ma non basta. Il divario è evidente e si palesa alla mezzora con lo splendido gol di Insigne. Poi ancora Lozano, Demme e Petagna. La “cura” Maradona sta funzionando: otto gol in due partite di campionato rilanciano gli azzurri tra i primi posti. Primo in assoluto il Milan di Pioli che a Genova contro la Sampdoria riesce a portare a casa l’ottava vittoria. Otto sono anche i rigori concessi in campionato ai rossoneri. Kessie ringrazia e porta in vantaggio i suoi. Il raddoppio di Castillejo fa presagire una fine certa. E, invece, Ekdal riaccorcia le distanze e va vicinissimo al gol del pareggio nei secondi finali. Samp-Milan finisce 1-2 ed il Diavolo è sempre più in paradiso. La giornata termina con il Monday Night tra Fiorentina e Genoa. È 1-1 al triplice fischio. Momentaneo vantaggio del Grifone con il rinato Pjaca. I viola devono ricorrere all’extra time per strappare il pareggio con Milenkovic al novantottesimo.

Noi ci vediamo la prossima settimana per un’altra puntata de Il Punto. Non mancate.