Inter, Eriksen già con le valigie pronte?

Calciomercato Inter Prima Pagina
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Arrivato nell’ultima finestra invernale tra l’entusiasmo generale, Christian Eriksen ha faticato tanto a ritagliarsi spazio nell’Inter, tanto da meditare già l’addio dopo soltanto una stagione. Il feeling mai sbocciato con Antonio Conte, una difficile collocazione tattica e le prestazioni altalenanti hanno relegato il fuoriclasse danese a rincalzo in nerazzurro. In nazionale, invece, le sue prestazioni eccellono e seguono quanto di buono fatto al Tottenham. E proprio dai vari ritiri della Danimarca, Eriksen non ha mai nascosto la sua frustrazione per le continue panchine.

QUANTE DIFFICOLTA’

Questo avvio di stagione è stato davvero negativo. Sette le partite giocate, senza lasciare il segno. Zero reti e zero assist tra Serie A e Champions League. Il dato più imbarazzate, forse, è legato al minutaggio: il danese ha giocato soltanto 301 minuti sui 630 totali. Un problema enorme, viste le attese che avevano accompagnato il suo arrivo a Milano poco meno di un anno fa. Anche nei primi sei mesi in nerazzurro, comunque, i numeri si mantengono sulla falsariga della stagione 2020/21.

Alla base dei problemi, come detto, il feeling mai sbocciato con Antonio Conte. Proprio nelle ultime ore, il danese ha rilasciato questa dichiarazione a TV2 Sport: “La gente vorrebbe vedermi giocare e anche io vorrei farlo. Ma l’allenatore ha idee diverse e io come giocatore devo rispettarle.

Non è un mistero che tanta parte del popolo interista spinga per vederlo di più in campo ed evitare una sua eventuale partenza. Intanto, però, Christian Eriksen medita l’addio: “Per adesso mi concentro sul calcio giocato. Vedremo se accadrà qualcosa o meno quando si aprirà la finestra di mercato. Per quanto ne so, comunque, sarò all’Inter anche dopo l’inverno. Poi devo decidere con il club.

Parole che lasciano aperte tante porte.

ERIKSEN CON LE VALIGIE PRONTE?

Secondo i tanti rumors che si susseguono in questo momento, l’Inter si priverebbe volentieri del danese, che non ha lasciato il segno in nerazzurro. Lo stesso calciatore sarebbe lieto di iniziare una nuova avventura, anche in virtù delle tante difficoltà che sta vivendo in Italia. Una delle ultime voci, parlerebbe di un possibile scambio tra Inter e Arsenal. Secondo l’edizione odierna de Il Corriere dello Sport, infatti, Christian Eriksen potrebbe fare così ritorno in Premier League, mentre Granit Xhaka farebbe il percorso inverso.

Un altro club fortemente interessato al fantasista danese è il Paris Saint-Germain. Il club francese, infatti, avrebbe offerto Leandro Parades, calciatore non essenziale negli schemi del tecnico Tuchel. Tra le tante squadre interessate all’ex Tottenham, però, c’è anche il Real Madrid. Il club spagnolo aveva fiutato il possibile colpo a zero, poi sfumato. Anche in questo caso, le merengues vorrebbero inserire un calciatore per arrivare a Christian Eriksen: Isco è uno dei partenti, potrebbe essere lui la contropartita offerta.

Una cosa sembra certa, l’ex Tottenham fa gola a diversi top club…

IN CASO DI ADDIO…

Se davvero dovesse concretizzarsi la cessione di Christian Eriksen, l’Inter non si farebbe trovare impreparata. Isco, Xhaka e Paredes sono calciatori importanti per l’immediato, ma la dirigenza nerazzurra guarda anche al futuro. Sfumato Dejan Kulusevski, Marotta pensa ad un altro talentino che sta sbocciando in Serie A. Piace tantissimo Nicolò Rovella, centrocampista del Genoa. Il classe 2001 si sta prendendo la scena in rossoblù, mettendo a referto grandi prestazioni. Con un contratto in scadenza nel giugno del 2021, l’Inter potrebbe tentare l’affondo a gennaio, strappandolo al club genoano per una cifra irrisoria.

Un altro profilo che piace è quello di Ruslan Malinovskyi (tra l’altro oggi risultato positivo al coronavirus). In questo caso, però, bisognerebbe sedersi ad un tavolo e trattare con l’Atalanta, condizione impossibile qualora Christian Eriksen venisse scambiato.

L’Inter si prepara al dopo Eriksen e il danese non sembrerebbe tanto dispiaciuto dal salutare il nerazzurro.

(Foto: sito ufficiale FC Inter)

 

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitter

Print Friendly, PDF & Email