Diritti TV, Amazon punta la Serie A

Condividi

L’emeregenza coronavirus, oltre che fermare il campionato, ha ovviamente stoppato anche la questione legata alla rinegoziazione dei diritti tv per il triennio 2021-2024 della Serie A.

A breve però la Lega Serie A si troverà a dover pubblicare il bando per i prossimi diritti tv e dietro le quinte ci sono già diverse aziende ed entità che si stanno muovendo per accaparrarseli.

Come riporta Milano Finanza nuove realtà si stanno interessando alla nostra Serie A, tra cui il colosso Amazon che con il suo Prime Video sta valutando la possibilità di formulare un’offerta. Sul tavolo dei dirigenti dell’azienda, diretta da Jeff Bezos, si sta studiando la possibilità di entrare nel mercato italiano dopo aver già investito nei diritti della Premier League con esito positivo.

In Inghilterra Amazon Prime Video ha investito bene 90 milioni di sterline per poter avere i diritti di ritrasmissione di ben 30 gare all’anno, tra cui anche l’intero turno del Boxing Day. Per la Serie A l’opzione che l’azienda di Seattle sta valutando è quella di presentare un’offerta sul piano dei diritti online, prendendo così il posto di Dazn. Proprio Dazn ha confermato che vuole mantenere la propria posizione, ma dovrà fronteggiare appunto la concorrenza di Amazon, ma anche di Sky che sta valutando anch’essa la possibilità di fare un’offerta per il web.