Salernitana, Castori: “Sono convinto che ci salveremo”

News Salernitana Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Fabrizio Castori è ottimista per le sorti della sua Salernitana. Il tecnico ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida difficile contro l’Atalanta che aspetta i suoi ragazzi. L’allenatore ha analizzato la pesante sconfitta con il Torino e respira aria di fiducia per poter ottenere la salvezza tanto ambita. Tutto questo aspettando che Ribery trovi la migliore condizione per essere utile sin dall’inizio. Le sue dichiarazioni riportate dal Corriere dello Sport:

”Ho rivisto la gara (con il Torino), chiaramente ho riflettuto. Ci sono stati dei problemi, tocca a me risolverli. Si fa fatica ad affrontarli tutti assieme, ma mi aspetto dei passi in avanti. L’assetto conta ma non è tutto, per me è fondamentale l’atteggiamento. Se non sei concentrato i moduli non contano, sono altri i requisiti fondamentali per ottenere risultati e iniziare a muovere la classifica. Non per presunzione, ma avverto grande fiducia. La riscontro per strada, ovunque vado, e dico a tutti che la Salernitana si salvaRibery? È un grande giocatore, ma era fermo da un po’ di mesi e va inserito gradualmente. Nessuno ha la bacchetta magica, in A ci siamo presentati con una rosa completamente rinnovata e ci vuole tempo. Mi aspettavo una partenza in salita, non è una novità”.

Gondo? “È stato convocato, sono molto contento del ritorno di Cedric. Ha corsa, forza fisica, conosce le nostre idee di gioco ed un ragazzo splendido. Dispiace per l’infortunio di Ruggeri, ragazzo che stava sorprendendo anche gli addetti ai lavori: ora è tempo di Ranieri. Rimane in forte dubbio Jaroszynski”.

Capezzi? “Non credo si tratti di un qualcosa di così grave da richiedere un intervento sul mercato, speriamo che si possa riprendere il prima possibile”.

”Nessuno vince o perde un campionato dopo tre giornate. Sono certo che miglioreremo classifica e rendimento. Ho una fiducia illimitata nei ragazzi che alleno. Ci sono dei problemi ed è un dato di fatto, stiamo intervenendo su alcuni aspetti e speriamo di affrontare l’Atalanta con il piglio giusto. I panni sporchi si lavano in famiglia. Io non mi nascondo mai. Siamo tornati da Torino umiliati, la Roma era oggettivamente troppo superiore, a Bologna abbiamo giocato benissimo. Ci sono state profonde analisi con i ragazzi, le tengo per me perchè ho rispetto della sacralità del gruppo e dello spogliatoio. Ripeto quanto detto: ero convinto che ci sarebbero state delle difficoltà in avvio. Non capisco come ci si possa meravigliare. Noi lavoriamo per migliorare ogni giorno, il campo darà il verdetto”.

(Foto: Sito ufficiale Salernitana)

Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitch

Print Friendly, PDF & Email