CINQUE IN PAGELLA – Napoli – Fiorentina 6-0

Napoli News Rubrica
Condividi
Tempo di lettura: 4 minuti

Il Napoli, dopo la vittoria conquistata a Udine oltre il novantesimo ed il sofferto passaggio del turno di Coppa Italia contro l’Empoli, contro la Fiorentina si trasforma. Un primo tempo a limite della perfezione chiuso per 4-0 con le reti di Insigne, Demme, Lozano e Zielinski. Nella ripresa gli azzurri controllano la gara senza correre rischi e trovano anche il tempo di aumentare le marcature con un rigore di Insigne e un bel gol di Politano sullo scadere.

 

Napoli

Ospina: Voto 8

Gattuso si affida a lui che ancora una volta dimostra di possedere grande personalità, abilità con i piedi, precisione nelle uscite e reattività tra i pali. Nel primo tempo compie un grande intervento su Ribery e salva la porta azzurra.

Hysaj: Voto 6

L’assenza forzata di Di Lorenzo gli restituisce la maglia da titolare sulla corsia preferita. L’albanese ha evidenti limiti tecnici ma non lo si scopre oggi. In ogni caso la dedizione salva la prestazione.

Mario Rui: Voto 6.5

Il portoghese torna titolare irrobustendo la catena di sinistra, punto di forza di questo Napoli. Difende discretamente contro l’ex compagno Callejon ma quando spinge dovrebbe osare di più e sfruttare maggiormente il suo sinistro.

Demme: Voto 8

Dopo la maglia da titolare in coppa, il bravo mediano italo-tedesco, vista anche la concomitante assenza di Fabian Ruiz, torna titolare. Con lui in campo, il Napoli acquisisce un altro volto, garantisce cervello, forza e equilibrio al centrocampo e se poi lui trova anche il tempo di far gol si dimostra insostituibile.

Koulibaly: Voto 8

Dopo quasi un mese di stop, il centrale senegalese torna titolare in campionato dopo la presenza infrasettimanale in coppa. La sua presenza è di fondamentale importanza per il Napoli, sia sotto il profilo del gioco che della personalità. Salva un gol sulla linea e stoppa tutte le iniziative dei viola.

Manolas: Voto 7

Il greco recupera a tempo di record dalla distrazione di primo grado alla coscia destra di sette giorni fa. Al fianco di Koulibaly sicuramente garantisce sicurezza al reparto difensivo azzurro anche quando come oggi non eccelle. Porta a casa una buona prestazione con pochi ma decisivi interventi (dal 78’ Rrahmani: S.V.).

Lozano: Voto 7.5

Dopo l’ennesima prestazione super in Coppa Italia, il messicano si ripete anche oggi. Al primo affondo dà il via all’azione del vantaggio di Insigne che poi lo serve con un assist perfetto che lui mette in fondo al sacco (dal 61’ Politano: Voto 6.5 Un’ottima mezz’ora nella quale trova il tempo di mettere il sigillo del 6-0).

Bakayoko: Voto 8

Il match winner di sette giorni fa ritrova al suo fianco Demme che lo alleggerisce dal lavoro sporco, così il franco ivoriano sfodera una prestazione eccellente. Un misto di qualità e quantità, quasi mortifica Castrovilli per tutta la gara. Da una sua sortita arriva il rigore del 5-0.

Petagna: Voto 7

Nonostante il massiccio centravanti azzurro non convinca troppo la critica, nell’ottavo di coppa ha regalato il passaggio del turno con una sua rete. Gattuso, nonostante Mertens recuperato, continua a dargli fiducia, dimostrando di apprezzare il sacrificio. Lui ricambia la fiducia con una grande prestazione, tanto sacrificio e due assist vincenti (dal 72’ Mertens: S.V.).

Insigne: Voto 8

Il capitano attraversa un periodo opaco. Negli ultimi tre incontri ha divorato un numero massiccio di reti ma nonostante la scarsa vena realizzata, il Napoli non può fare a meno del suo estro. Oggi, memore di quanto avvenuto nelle ultime gare, alla prima occasione la butta dentro. Durante tutto l’arco della gara fa tante giocate di grande qualità e trasforma di precisione il rigore del 5-0 (dal 78’ Cioffi: Voto 6 Buon esordio del diciottenne azzurro).

Zielinski: Voto 8

E’ un calciatore dalla qualità eccelsa e di una quantità infinita. Aiuta i compagni, recupera palloni e affonda con la sua capacità di accelerare. Calcia con naturalezza con entrambi i piedi e dalla distanza trova anche il tempo di fare gol (dal 72’Elmas: Voto 6.5 Sempre dinamico e voglioso di far bene).

Gattuso: Voto 8

Bastone e carota, il metodo che il tecnico calabrese utilizza con la sua squadra, un metodo che paga. Il Napoli, dopo alcune partite in difficoltà, sfodera una prestazione ai limiti della perfezione. Al di là del risultato, il Napoli gioca con forza, consapevole dei propri mezzi. Il recupero di calciatori fondamentali dimostra quanto il progetto del tecnico azzurro sia valido.

Fiorentina

Dragowski: Voto 4

Non ha grosse colpe ma sei gol sono veramente tanti.

Igor: Voto 4.5

Eccessivamente ruvido, viene puntualmente superato da Lozano.

Venuti: Voto 5

Ci prova, affonda ma è poco.

Amrabat: Voto 4.5

Perde nettamente ai punti nonostante l’impegno non manchi (dal 85’ Borja Valero: S.V.).

Milenkovic: Voto 4.5

Può poco contro una potenza di questa portata (dal 85’ Quarta: S.V.).

Pezzella: Voto 4

Prestazione negativa per il capitano.

Callejon: Voto 5

Napoli sarà sempre casa mia, così ha riferito nel prepartita l’ex 7 azzurro che toccato dall’emozione non incide (dal 72’ Pulgar: S.V.).

Castrovilli: Voto 4

Mortificato da Bakayoko dopo un avvio discreto (dal 72’ Bonaventura: S.V.).

Vlahovic: Voto 5

Troppo solo per addossargli colpe.

Ribery: Voto 5

La qualità è innegabile, l’unico squillo infatti arriva da lui (dal 46’ Kouamé: Voto 5 Tanto impegno e poco più).

Biraghi: Voto 5

E’ tra i pochi a provarci con costanza.

Prandelli: Voto 4

Non riesce ad arginare il Napoli, Gattuso lo massacra tatticamente.

Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitter

Print Friendly, PDF & Email