AL DIAVOLO I VOTI – Inter-Milan 1-2

Milan News
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Nel corso della quarta giornata di campionato, il Milan sfida, in un derby atipico, l’Inter di Antonio Conte.

Finalmente Milano ritrova una partita tra due compagini al vertice, costruite ed ideate per raggiungere posizioni di prestigio.

Nel corso della prima frazione di gioco, il Milan cerca di imporre il proprio gioco, senza farsi intimorire dalla fisicità nerazzurra.

Al 12′ minuto, Ibrahimovic trasforma un calcio di rigore, inizialmente parato da Handanovic.

Al 15′ minuto Ibrahimovic trova il raddoppio finalizzando una bellissima azione partita da Saelemaekers e proseguita da Leao.

A metà tempo, Lukaku accorcia le distanze con una conclusione ravvicinata.

I primi 45 minuti si concludono con il risultato di 1-2. I rossoneri, maggiormente incisivi nella prima fase, sono costretti ad arginare un ritorno importante degli avversari nella seconda metà di frazione.

Il secondo tempo riprende con la medesima grande intensità.

Seppur il risultato rimarrà inchiodato sull’1 a 2, questa partita risulterà assolutamente controindicata per i deboli di cuore.

Il Milan si aggiudica un derby molto combattuto, dimostrando maggiore coesione di squadra e determinazione.

MILAN

Donnarumma, voto 6.5: Incolpevole in occasione del goal, dimostra grande attenzione e senso della posizione.

Kjaer, voto 6.5: prestazione in crescendo da parte del centrale danese. Importante il suo apporto nella fase aerea.

Calabria, voto 6.5: prestazione di tutto rispetto del terzino rossonero. Riesce a chiudere quasi tutte le velleità offensive degli avversari sulla sua fascia.

Romagnoli, voto 6.5: La sua presenza risulta sempre determinante ai fini dell’economia della retroguardia rossonera. Lukaku non è sicuramente il miglior cliente da incontrare dopo 80 giorni di assenza, ma lui ne esce a testa alta.

Hernandez, voto 6: buona la prestazione da parte dell’esterno rossonero che, in fase difensiva, soffre le incursioni di Hakimi. La sua prestazione viene influenzata da un pestone ricevuto nel corso del primo tempo.

Bennacer, voto 7.5: grande prestazione per il centrocampista algerino. Padrone assoluto del centrocampo rossonero, lotta su ogni pallone con grinta e determinazione.

Kessie, voto 5.5: prestazione incolore, fatica a trovare la posizione ed i giusti tempi di gioco. Nel corso del primo tempo risulta assente ingiustificato, meglio nel corso del secondo tempo (Dal 86’st Tonali, s.v.).

Saelemaekers, voto 6.5: tantissima corsa e coraggio. A maturazione completa potrà diventare un grande giocatore (Dal 62’st Castillejo, voto 5: manca di grinta e spesso dà l’impressione di eccessiva leggerezza).

Calhanoglu, voto 7: insieme ad Ibrahimovic, esprime un calcio come non lo si vedeva da parecchio tempo. Tante giocate di qualità e colpi di genio.

Leao, voto 7: partita caratterizzata da “luci e ombre”. Alterna periodi di inattività a giocate da grande fuoriclasse. Ogni volta che ha la palla al piede terrorizza la retroguardia avversaria (dal 62’st Krunicvoto 6: appena entrato in campo si trova tra i piedi la palla del definitivo 3-1 che però non riesce a finalizzare nel migliore dei modi).

Ibrahimovic, voto 8: il covid non ha minimamente minato la sua forza e determinazione. Domina la gara, giocando 90 minuti di grande intensità. La sua doppietta risulterà solo il coronamento di una partita magistrale.

Pioli, voto 7: La scelta di schierare Leao dal primo minuto, dimostra grande coraggio ed una chiara volontà di offendere. Il Milan gioca una partita a viso aperto senza paura dell’avversario.

INTER

L’Inter di Conte si dimostra una squadra molto fisica, dotata di ottimi interpreti, ma con meccanismi non ancora perfettamente oleati. La sconfitta di questa sera rimane comunque frutto di una grande prestazione giocata dal Milan.

Handanovic: voto 7; D’ambrosio: voto 6; De Vrij: voto 5.5; Kolarov: voto 6; Hakimi: voto 7; Vidal: voto 6; Barella: voto 7; Brozovic: voto 5.5; Perisic: voto 5; Martinez: voto 6; Lukaku: voto 6.5.