CORNER CAFE’ – La volta buona (forse)

Condividi

E’ la volta buona, forse. Potremmo davvero riveder le stelle, non nel cielo dantesco ma sui campi da gioco. Forse. L’ammonimento all’incertezza è d’obbligo. Sopratutto di questi tempi, che da un giorno all’altro si passa dalla clausura clericale all’aperitivo sui Navigli – permesso, stavolta. E’ la volta buona, ed a dirlo è proprio Spadafora, quel ministro dello Sport che tanto aveva oppugnato una possibile ripartenza. Alla Rai ha parlato di decisione d’impulso, quella che avrebbe costretto il campionato allo stop forzato; la stessa decisione che, però, sembrava volesse prendere nemmeno un mese fa, tra minacce e insulti. Cosa ha fatto cambiare idea al ministro non è dato sapere, ma tant’è: è la volta buona. Forse. 

E’ la volta buona anche per il CTS, che ha deciso di allentare un po’ la tenaglia al protocollo. Forse qualcuno lì sopra qualche partita l’ha vista, ed ha capito che “allenarsi” era una parola grossa, con quelle accortezze. Fatto sta che, dopo le tensioni dei giorni passati, la Lega ha avuto la meglio, e si è optato per una visione più moderata degli allenamenti. Si torna in campo, quindi? Forse. Forse, perché non esiste Cassandra che tenga in questo caso. Perché domani, lì a Montecitorio, qualcuno potrebbe cambiare idea e dire che lo status quo delle cose non va più bene. Potrebbe affermare la propria opinione come un santone, decidere che c’è bisogno di una rivalutazione e fermare tutto il processo. Si potrebbe addirittura arrivare allo scontro, alle fazioni e alle tensioni di cui siamo saturi tutti. L’ingranaggio è partito di nuovo, ma Dio solo sa se e quando verrà di nuovo fermato. Al momento, però, pare esserci un fronte comune. E stavolta, sembra essere la volta buona. Forse.