il punto sulla b

IL PUNTO SULLA B – Il Frosinone tenta la fuga. Spettacolo al Granillo

Focus On Htest Serie B Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: 4 minuti

La dodicesima giornata regala una certezza al campionato di Serie B che si chiama Frosinone. Gli uomini di Grosso mettono infatti 5 distanze dalla seconda, e possono tentare la prima fuga della stagione. Nel posticipo inoltre la Reggina batte il Genoa, in una gara non priva di emozioni al Granillo. Tutti i risultati di questo weekend:

PISA-COSENZA 3-1

Non si ferma più il Pisa di D’Angelo, che con il ritorno del tecnico in panchina mette assieme un filotto di 3 pareggi e 3 vittorie consecutive. All’Arena Garibaldi i nerazzurri stendono 3-1 il Cosenza del neo arrivato Viali, incapace nel poco tempo avuto a disposizione di imprimere una svolta nella squadra cosentina. A sbloccare la gara è Morutan, il quale al 12′ mette in rete il gol dell’1-0. A raddoppiare è Masucci, che allo scadere del primo tempo infila il 2-0, mentre a chiudere i conti è ancora Morutan con la marcatura del 3-0 al 62′. D’Urso segna il gol della bandiera all’82’, che poco serve ai calabresi, i quali scendono in zona retrocessione.

BENEVENTO-BARI 1-1

Sfiora l’impresa il Benevento di Cannavaro, che al Vigorito strappa comunque un pareggio importante al Bari. A portare avanti i padroni di casa è Improta, il quale al 37′ con un super tiro rasoterra da fuori area infila l’1-0. Sul finale a pareggiare i conti per la formazione ospite è Cheddira, che dal dischetto segna la rete del pari, ritrovando il gol dopo qualche partita a secco e riconfermandosi capocannoniere di questa stagione di Serie B. Punto importante per la squadra di Mignani, la quale resta attaccata alla vetta, mentre ha qualche rimpianto in più il club campano, che resta inchiodato alla zona playout.

CITTADELLA-MODENA 0-0

Finisce a reti inviolate la gara del Tombolato tra Cittadella e Modena. Lo scontro salvezza infatti vede le due squadre non farsi del male, anche se sicuramente qualche rimpianto in più lo ha la formazione di casa, con Magrassi che all’84’ si fa parare il rigore del vantaggio da un super Gagno, il quale nega il la vittoria agli uomini di Gorini.

TERNANA-SPAL 0-0

Continua l’imbattibilità della Spal di De Rossi, la quale strappa un pareggio importante sul campo della Ternana. Al Liberati la formazione di Lucarelli viene frenata dalla squadra ferrarese scivolando a -6 dal Frosinone capolista. Ottimo punto invece per il club emiliano, che si conferma a metà della classifica di questa Serie B.

BRESCIA-ASCOLI 1-1

Non riesce più a vincere il Brescia di Clotet, il quale viene ripreso in extremis dall’Ascoli. Al Rigamonti padroni di casa in vantaggio con Ayé, che al 54′ infila di testa il gol dell’1-0. Provano a gestirla le Rondinelle, ma al 93′ Botteghin mette da calcio d’angolo la rete del pari, alla quale Lezzerini non reagisce benissimo, venendo espulso. Si conferma il periodo nero della squadra di Cellino, la cui ultima vittoria risale al 16 settembre. Punto importante invece per gli uomini di Bucchi, che restano attaccati al treno playoff.

SUDTIROL-CAGLIARI 2-2

Continua la striscia d’imbattibilità del Sudtirol di Pierpaolo Bisoli, che riprende in extremis il Cagliari nella sfida del Druso. A sbloccare la sfida è Odogwu, il quale di testa mette al 7′ il gol dell’1-0. A riequilibrare la gara è Lapadula, che ribadisce in rete il pallone lasciato li da Poluzzi dopo la parata sulla punizione di Viola. Al 74′ dal dischetto lo stesso Viola segna la rete del vantaggio, ma ancora Odogwu riprende i rossoblù al 94′, permettendo alla squadra di Bolzano di restare attaccata al gruppo playoff.

FROSINONE-PERUGIA 1-0

Allo Stirpe il Frosinone batte il fanalino di coda Perugia, provando la prima fuga di questa stagione. A decidere la gara è il gol di Rohden al 41′, il quale, approfittando di un fortunato rimpallo, ribadisce in rete la palla della vittoria. Altra sconfitta per gli uomini di Castori, che confermano il complicato avvio di stagione.

PALERMO-PARMA 1-0

Al Barbera il Palermo batte il Parma, infilando la seconda vittoria di fila. A decidere la sfida è Marconi, il quale al 57′ mette di testa la rete che vale i tre punti agli uomini di Corini, che allontanano il fondo della classifica. Altra occasione persa invece per la formazione ducale, la quale resta in zona playoff non riuscendo però ad avvicinarsi alla vetta, sempre più lontana.

COMO-VENEZIA 1-0

Nel posticipo della domenica il Como fa tre punti importanti nella sfida salvezza contro il Venezia. A decidere la gara è il gran gol di Bellemo, che al 65′ piega con una volée il polso del portiere, mettendo in rete la marcatura della vittoria. Ottimo successo per gli uomini di Longo, i quali allontanano la zona retrocessione di un punto. Situazione sempre più complicata invece per i Lagunari, con il nuovo mister Vanoli chiamato a cambiare l’andamento della stagione dei veneti, per evitare un’altra retrocessione.

REGGINA-GENOA 2-1

Non delude le aspettative il posticipo del lunedì, che vede la Reggina imporsi per 2-1 sul Genoa. Al Granillo padroni di casa avanti dopo 15′ grazie alla rete di Canotto, il quale dopo un grande aggancio la infila alle spalle del portiere ospite. Al 33′ Aramu, con la prima marcatura in maglia rossoblù, riequilibra la gara mettendo un gol di testa che porta gli uomini di Blessin sull’1-1. Al 42′ l’arbitro assegna un calcio di rigore per la squadra di Reggio Calabria, ma Menez si fa ipnotizzare da Semper, tirandola debole centralmente. Nella ripresa altro rigore per la formazione di Inzaghi, con Hernani che stavolta non sbaglia, infilando il gol che vale la vittoria per gli Amaranto. Trionfo importantissimo che permette ai calabresi di agganciare proprio il Genoa al secondo posto, con il Frosinone  più lontano per entrambe.

Print Friendly, PDF & Email