Inter Marotta

Inter, Marotta: “Il lavoro di Inzaghi è autentico”

Inter News
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

L’amministratore delegato dell’Inter, Beppe Marotta, ha rilasciato alcune dichiarazioni durante 90’ minuto, per raccontare lo straordinario momento di forma dei nerazzurri guidati da Simone Inzaghi. Queste le parole raccolte da TMW:

“Immaginavo maggiori difficoltà d’inserimento, in realtà Inzaghi si è inserito con più facilità del previsto, supportato anche dalla società. È riuscito a dimostrare il suo autentico lavoro, dimostra un valore aggiunto nell’area tecnica”.

Come mai Conte non è arrivato agli ottavi?
“Non c’è una risposta precisa. Quest’estate il club è stato condizionato da temporali violenti, abbiamo trovato la nostra stella polare, abbiamo trovato la strada giusta con il riequilibrio del club dopo le partenze di Hakimi, Lukaku e di Eriksen, senza dimenticare Conte. Siamo riusciti a facilitare l’ingresso di Inzaghi. L’obiettivo è quello di conquistare la seconda stella”.

Conte si starà pentendo?
“Non credo si sia pentito, non bagna rivangare il passato. Ha tracciato un solco importante sotto tutti i punti di vista, dal carattere al gioco il suo lavoro si è visto. Ma comunque è proficuo anche il lavoro di Inzaghi. Abbiamo ottenuto una grande vittoria lo scorso anno, come già detto vorremmo ripetere questo risultato. Sarebbe un segno di grande crescita, comunque abbiamo trovato la qualificazione agli ottavi dopo ben dieci anni”.

Come commenta l’eventuale ritorno di Icardi in Italia?
“Al momento l’Italia non è l’eldorado del calcio come negli anni ‘90, è un campionato di transizione, spesso si perde in qualità. È normale che ben venga il ritorno di giocatori importanti. Comunque non sta a me commentare la vicenda Icardi, non è uno nostro giocatore, noi sicuramente siamo contenti dei nostri attaccanti, dico che il calcio trarrà beneficio nel momento in cui i giocatori di qualità torneranno nel nostro paese”.

La Superlega non è stata un’idea tanto sbagliata.
“Concordo con tutta l’analisi fatta da Infantino. L’ipotesi della Superlega nasceva da un grido d’allarme dei club aderenti, era stato denunciato il fatto che il calcio attualmente rappresenta un modello non sostenibile. Anche il nostro Governo deve dimostrare maggiore attenzione. Il calcio è un fenomeno di aggregazione, rappresenta uno spaccato della nostra industria, versiamo un miliardo nella contribuzione”.

Vuole rispondere a Barone?
“La sede opportuna è stata quella dell’Assemblea, ho già detto quello che dovevo dire a Barone. L’Inter è per la trasparenza, volevamo mettere a conoscenza la situazione debitoria, è un fatto di grande trasparenza. L’Inter ha sempre rispettato le scadenze, ho chiesto a Barone di evitare di esprimere in quel modo le sue rimostranze”.

Il rinnovo di Brozovic?
“Abbiamo alcuni temi da affrontare, siamo contenti dei giocatori in scadenza, speriamo di portare a termine con profitto per tutti le negoziazioni. Brozovic ha manifestato di voler rimanere, ora dobbiamo contrattare a livello economico che è la parte più difficile. Ma sono fiducioso”.

Prenderà Luis Alberto?
“Nel futuro non mi voglio addentrare, affronteremo al momento giusto questo discorso”.

(Foto: canali ufficiali Inter)

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitch

Print Friendly, PDF & Email