FISCHIO D’INIZIO NAPOLI – Serata da fuochi d’artificio

Napoli News
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Il Napoli, corsaro a Marassi nella sfida contro la Sampdoria, ritorna al Maradona dopo la controversa vittoria del Sabato Santo contro il Crotone. Gli azzurri, nella gara valida per la trentunesima giornata di Serie A, sfideranno la capolista Inter in una gara dal peso specifico elevatissimo per entrambe le formazioni.

I numeri di Napoli-Inter

Napoli e Inter si affronteranno per la centocinquantesima volta nella massima categoria, la settantacinquesima all’ombra del Vesuvio. Il bilancio dei precedenti, nonostante il blasone dell’avversario, è appannaggio dei partenopei che comandano con trentasette successi. I nerazzurri si difendono molto bene, avendo portato via punti in altrettante gare, frutto di diciannove pareggi e diciotto vittorie.

Nelle ultime stagioni i tre segni si sono susseguiti con precisione matematica. Il risultato più lontano nel tempo, infatti, risale a tre stagioni fa, lo 0-0 registrato il 21 ottobre 2017.

L’ultima vittoria casalinga è del 19 maggio 2019. Una vittoria schiacciante in una gara che i partenopei si aggiudicarono con uno schiacciante 4-1. Le reti degli azzurri furono siglate da Zielinski, Mertens e Fabian Ruiz, autore di una doppietta. Di Icardi, su calcio di rigore, la rete dei nerazzurri.

L’ultimo successo degli uomini di Conte, invece, risale al 6 gennaio dello scorso anno. Il risultato finale di 1-3 maturò grazie alla doppietta di Lukaku, ad una rete di Lautaro e ad una rete di Milik per i padroni di casa.

Il direttore di gara

Per dirigere il delicato incontro che avrà il fischio d’inizio alle 20.45 è stato designato Daniele Doveri della sezione di Roma. Il quarantaquattrenne arbitro volterrano di nascita è internazionale dal 2018 e fischia in serie A da ben undici anni, avendo fatto il suo esordio il primo marzo 2010 in Chievo-Cagliari. Daniele Doveri, per l’occasione, sarà coadiuvato da Marini nel ruolo di quarto uomo ed al VAR dalla controversa coppia Mazzoleni-Paganessi.

In carriera Doveri ha diretto il Napoli in ben ventisei occasioni, gare in cui, per gli azzurri, si sono registrate quindici vittorie, sette pareggi e quattro sconfitte. In stagione ha diretto gli azzurri in due vittorie, la trasferta di Benevento ed il recente successo casalingo contro la Juventus. Doveri, dato curioso, ha anche già diretto due Napoli-Inter, l’ultima vittoria casalinga e l’ultima vittoria interista sopra citate.

Le scelte di Conte

Napoli e Inter arrivano alla sfida in buonissima salute. La squadra di Conte ha incasellato undici vittorie di fila e non perde in campionato dal 6 gennaio nella trasferta di Genova contro la Sampdoria. Il tecnico dei nerazzurri, per la composizione del suo 3-5-2, davanti al portiere Handanovic non ha grossi dubbi. Lo schieramento di difesa dovrebbe essere composto da Skriniar, De Vrij e Bastoni. Sugli esterni agiranno Hakimi e Darmian che sembra farsi preferire a Perisic. La robusta mediana vedrà impiegati senza dubbio Barella, Brozovic ed Eriksen alle spalle delle bocche di fuoco Lautaro Martinez e Lukaku.

L’undici di Gattuso

Dal suo canto Gattuso, nel girone di ritorno, ha invertito la tendenza, avendo un ritmo da grandissima squadra. Stasera conta due assenze pesanti. È costretto a rinunciare infatti a Lozano, squalificato, e ad Ospina, infortunatosi nell’ultima trasferta. I pali della porta saranno pertanto affidati al giovane Meret che avrà l’ennesima occasione per mettersi in luce e mostrare il suo valore. Sugli esterni bassi ci sarà Di Lorenzo a destra e uno tra Mario Rui e Hysaj sull’out opposto. In difesa, in posizione centrale, è certa la presenza di Koulibaly mentre c’è ballottaggio tra Manolas e Rrahmani, con il greco in vantaggio come compagno di reparto del 26 azzurro.

In mediana pochi dubbi: Demme sarà al suo posto a far coppia con Fabian Ruiz. Zielinski fungerà da pendolo tra centrocampo e trequarti a dar supporto al trio d’attacco Insigne, Politano e Osimhen che è in leggero vantaggio su Mertens arma segreta a gara in corso.

La gara è di fondamentale importanza. L’Inter punta inequivocabilmente al tricolore, il Napoli invece ha bisogno di punti per non perdere contatto con le posizioni utili alla qualificazione per la prossima Champions. Gli ingredienti per una bella serata di calcio ci sono tutti, l’augurio è che si assista ad uno spettacolo all’altezza e, perché no, con un risultato che possa riaprire il campionato.

Print Friendly, PDF & Email