TUTTI IN REPARTO – Danger échappé

Focus On Tutti in reparto
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

Lo scontro, la caduta, le lacrime.

E’ domenica sera, si gioca PSG – Olympique Lyonnais.

Nei minuti finali dell’incontro, a seguito di un tackle fin troppo deciso, Neymar finisce a terra.

Il fuoriclasse brasiliano, pur ormai famoso anche per l’abitudine di esacerbare le conseguenze dei falli subiti, stavolta sembra drammaticamente sincero: urla dal dolore, non riesce ad alzarsi, i compagni cercano di fargli coraggio.

Abbandona il campo in barella tra le lacrime.

Osservando il replay del fallo subito, appare subito evidente che il suo piede sinistro abbia compiuto un movimento innaturale: quella che, in termini tecnici, viene chiamata “eversione”.

Da un punto di vista biomeccanico, questo tipo di stress può causare all’articolazione traumi importantissimi: tutti noi ricordiamo, ad esempio, il grave infortunio che Francesco Totti, durante un Roma – Empoli, subì il 19 febbraio 2006, e che solo per un recupero che non esitiamo a definire miracoloso non gli costò la partecipazione ai Mondiali che si sarebbero giocati in Germania solo quattro mesi dopo.

Ecco, lo scenario è questo: c’è la possibilità che la stessa cosa sia potuta accadere anche Neymar.

Riguardando le immagini e confrontandolo, però, tiriamo un cauto sospiro di sollievo.

Quando nel 2006 Totti cade al suolo, il suo piede impatta il terreno con tutta la pianta, bloccandosi: ciò provocherà uno scarico delle forze di torsione molto intenso, che porterà al fallimento totale dell’articolazione.

Nel caso di Neymar, invece, il piede non prende contatto col suolo se non nella sua porzione anteriore, e non si blocca: questo allevia di molto le forze di torsione e  le concentra perlopiù sul suo avampiede, lasciando quindi quasi intatta la caviglia.

E, per fortuna, il pericolo sembra scampato.

Dagli accertamenti effettuati, pare che il forte giocatore brasiliano non abbia riportato traumi importanti ma solo una lieve distorsione. Pertanto forse sarà già disponibile per gennaio 2021.

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitter