Bologna, Sabatini: “Non cederemo. Prima punta dall’estero”

Calciomercato Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il coordinatore delle area tecniche delle società di Joey Saputo – Bologna Montreal Impact (n.d.r.) – Walter Sabatini ha rilasciato un’intervista ai microfoni di E’Tv Rete 7. Di seguito le parole del dirigente del BolognaSabatini, riportate da tuttobolognaweb.net:

CALCIOMERCATO – “Condivido le analisi di Mihajlovic, terzino, centrale e punta non sono una richiesta nervosa dell’allenatore. C’è questo tipo di esigenza perché vogliamo rinforzare la squadra. Anche dal punto di vista economico la nostra visione è condivisa, non potremo fare investimenti fuori dalle righe ma abbiamo le conoscenze per fare il massimo. Creatività? Non ci è mai mancata”.

PRIMA PUNTA – “Per la prima punta sul mercato italiano non vede profili da Bologna, andremo su qualcosa che potenzialmente può essere di grandissimo livello. C’è uno scouting feroce, conosciamo i calciatori ma penso che lo pescheremo fuori dall’Italia. Cerchiamo un giocatore di movimento ma con capacità sotto porta. Mercato in uscita? I giocatori forti non usciranno dal Bologna, se vogliamo strutturarci non possiamo demolire. Può esserci una operazione estemporanea dal punto di vista economico ma come strategia non vogliamo cedere i migliori. Sono sul mercato i giocatori che giocano meno, uscite non remunerative ma contrattuali”.

DE SILVESTRI – “Stiamo discutendo con De Silvestri, a lui sono molto affezionato fin da bambino ed è fedelissimo del mister, ma è una operazione in controtendenza con ciò che vuol fare il Bologna, non rappresenterebbe patrimonio economico ma tecnico. Ci aiuterebbe. I giovani si aiutano vincendo le partite e noi abbiamo bisogno di vincere tanto. L’operazione De Silvestri sarebbe finalizzata a inserire una storia di un calciatore che è funzionale allo sviluppo degli altri. Stiamo parlando e forse arriveremo a conclusione. Tomiyasu in mezzo? Sono decisioni del mister”.

Print Friendly, PDF & Email