Inter, cosa (o chi) frena l’acquisto di Ndombele

Condividi

Ndombele-Inter è una trattativa apertissima. I nerazzurri, alla ricerca di un nuovo centrocampista che dia consistenza al reparto “di mezzo” di Antonio Conte, hanno messo gli occhi sull’ex Lione, attualmente al Tottenham. Ma chi frena l’affare al momento, stando a quanto riportato da Calciomercato.com, ha un nome ed un cognome: Daniel Levy. 

Il presidente del Tottenham non vuole sentir ragioni: si dovrà pagare, e tanto, per il suo cartellino. Del resto, Ndombele è costato agli Spurs ben sessanta milioni di euro; il feeling con Mourinho però non è mai decollato, tant’è che i rapporti sono ai minimi storici. Ma una cessione – a prezzo ribassato – di Ndombele significherebbe un fallimento per Levy, che da anni compra poco, ma fa acquisti mirati. La “durezza” del numero uno degli Spurs l’Inter la conosce già: a gennaio, del resto, ha “fatto la guerra” ai nerazzurri per i venti milioni di Eriksen – che sono stati pagati fino all’ultimo centesimo.

Di conseguenza, si tratta: il biscione ora pensa a potenziali contropartite per far abbassare il prezzo di partenza – Milan Skriniar, già sul mercato, il maggior indiziato. Sta di fatto che però, a prescindere da come finirà la trattativa, Marotta e Zhang si troveranno a doversi confrontare con un osso davvero duro.