Haaland Manchester City

TOP 11 Europa – I migliori undici della settimana

Htest Rubrica Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: 4 minuti

Continua il nostro appuntamento con la Top 11 Europa, che comprende i migliori undici giocatori. ruolo per ruolo, che meglio si sono comportati nell’ultimo fine settimana di calcio europeo.

Per costruire la nostra formazione ideale, andiamo a prendere in analisi le partite che si sono disputate nei maggiori quattro campionati europei più importanti esclusa la nostra Serie A, quindi Francia, Spagna, Germania ed Inghilterra.

Andiamo ora nel dettaglio con la nostra formazione ideale:

PORTIERE

Giorgi Mamardashvli (Valencia) – Grande prestazione per il gigantesco portiere del Valencia di Gennaro Gattuso Giorgi Mamardashvili. Il ventunenne georgiano alto ben due metri. è stato assoluto protagonista nella brillante vittoria della sua squadra per tre reti a zero , mantenendo la sua porta inviolata con degli ottimi interventi.

DIFENSORI

Erik Dayer (Tottenham) – Non fa più notizia la sua presenza nella formazione ideale europea. Anche in questa giornata è stato protagonista di una grande partita, nel vittoriso confronto contro il Leicester, dominato e vinto dagli Suprs per bene sei reti a due. Suo uno dei sei gol, ma non solo, la sua spinta costante ha letteralmente inguaiato la debole difesa del Leicester. Un vero e proprio fiume in piena

Ramy Bensebaini (Borussia Monchengladbach) – Seconda marcatura per il terzino algerino del Borussia Monchengladbach, che ha messo il sigillo alla grande vittoria della sua squadra contro il favorito Lipsia. Grande applicazione difensiva e qualche scorribanda in attacco che gli ha  permesso di entrare ne tabellino dei marcatori.

Sergio Ramos (Psg) – Trentasei anni e non sentirli. Sergio Ramos ha finalmente trovato la continuità che gli è mancata lo scorso anno nella sua prima stagione con la maglia del Psg. Il calciatore spagnolo si è reso protagonista di una grande prestazione nella caldissima trasferta di Lione, risolta dal grande Leo Messi, ma anche grazie alla straordinaria solidità difensiva dell’ ex Real Madrid, ritornato sui suoi livelli

CENTROCAMPISTI

Federico Valverde (Real Madrid) – Carlo Ancelotti gli ha promesso che sarebbe arrivato a quindici gol in questa stagione, bhe le premesse sono davvero ottime, visto che nel derby di Mardid contro l’Atletico, Federico Valverde ha trovato la sua quinta rete stagionale, permettendo alla sua squadra di mettere a distanza di sicurezza gli agguerriti avversari.

Adam Ounas (Lille) – Purtroppo al Napoli  non ha mai avuto fino infondo la costanza di mostrare il suo talento, ma il suo ritorno in Francia, precisamente al Lille, sta dando i suoi primi frutti. Adam Ounas si è preso subito la titolarità nel 4-2-3-1 di Paulo Fonseca, e nella vittoriosa partita contro il Tolosa ha subito fatto capire di che pasta è fatto con grandi giocate e il gol che ha permesso alla sua squadra di portare a casa i tre punti.

Samu Castillejo (Valencia) – Il laterale offensivo spagnolo Samu Castillejo, sembra essere rinato sotto la guida di Gennaro Gattuso che lo ha voluto fortemente nella sua avventura alla guida del Valencia. Il calciatore ex Milan ha portato grande esperienza e vivacità offensiva a gli spagnoli, aprendo le marcature nel rotondo tre a zero contro il Celta Vigo.

Jack Grealish (Manchester City) – Il centrocampista inglese Jack Grealish sta dimostrando in questo avvio di stagione di valere la cifra importante che il Manchester City ha sborsato per strapparlo all’Aston Villa. Infatti dopo un primo periodo di ambientamento pare che finalmente stia mostrando il suo enorme potenziale non solo in fase realizzativa ma anche tecnica, visto la grande prestazione fornita nella netta vittoria per tre a zero della sua squadra contro il Walwerhampton.

ATTACCANTI

Herling Haland (Manchester City) – Chi pensava che il suo passaggio alla Premier League potesse essere un problema per lui, si sbagliava di grosso, Herling Haland ha messo a segno già undici rete in sette presenze, ergendosi a vero e proprio trascinatore della sua squadra anche ne momenti di difficoltà.

Heung Min Son – Antonio Conte in più occasioni ha espresso la sua stima incondizionata per il coreano Hung Min Son, che nella schiacciante vittoria casalinga del suo Tottenham è rimasto a riposo per sessanta minuti, dopodiché quando il suo mentore italiano ha deciso di metterlo in campo, ha deciso di chiudere la partita, che fino a quel momento viveva sul equilibrio di un solo gol di distanza tra le due squadre, mettendo a segno una tripletta in soli dieci minuti. Un uragano che fa sognare Conte, ma che ha messo in serio pericolo le coronarie dei suoi tifosi.

Robert Lewandowski (Barcellona) – Ancora lui, risponde presente praticamente in ogni match della sua squadra, probabilmente deluso dalla sconfitta subita contro il suo ex Bayern Monaco, Robert Lewandowski ha deciso che doveva riscattarsi in campionato, e a farne le spese doveva essere il malcapitato Elche. Detto fatto, doppietta che stende gli avversari e regala tre punti alla sua squadra.

(Foto: Depositphotos)

 

Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitch

Print Friendly, PDF & Email