ARTICOLO SPEZIA – Senza rimpianti

Angolo del tifoso Focus On Htest SERIE A Spezia
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

MAGLIA 5 TERRE

Turno infrasettimanale in quel di Torino contro la Juventus. Esordio della terza maglia ispirata alle cinque terre. Un giallo ravvivato con colpi di colore qua e là. Anche Luca Gotti prova a fare un po’ di turn over per ravvivare energie e mente. Holm a destra libero di trottare a tutta fascia e Gyasi di nuovo dirottato in attacco al fianco di Nzola, le novità salienti della formazione iniziale.

MATTONELLA SERBA

Appena il tempo di prendere le misure e di scaldare i motori che c’è subito un fallo a pochi  metri dall’area spezzina. Sulla palla ci va Vlahovic. E tutti a pensare: “ figurati se lo rifà”. E invece il serbo riazzecca traiettoria e angolo del goal segnato contro la Roma e la mette là dove solo il guardalinee con la bandierina e gli addetti del campo possono arrivarci. Lo Spezia dopo aver memorizzato che la partita, volere o volare, sarebbe comunque stata in salita, decide di gettare cuore e gambe oltre l’ostacolo. Così, metro dopo metro, riesce piano piano a “mangiare campo” tanto da avvicinarsi con una certa pericolosità all’area juventina.

CROSS E CONTRAEREA

Bastoni e Holm spingono. Nzola per poco non trova la palla giusta, con Bremer che deve fare gli straordinari per sventare cross e palle alte. Su una di queste Szczesny si infortuna alla caviglia. Nella ripresa gli aquilotti sembrano avere più gamba. La Juve sembra indecisa se correre il rischio di stancarsi oppure no. Occasioni a dire il vero non ne capitano. Dragowski para con tuffo felino il colpo di testa di Vlahovic. Allegri alla fine capisce l’antifona e  ricorre ai cambi per cercare di arginare uno Spezia battagliero e volitivo.

FANTACALCIO

Dentro Di Maria e Kostic. Gotti si gira e mette quello che passa il retro bottega: dalle mensole spuntano fuori Sanca ed EllertsSon. Quest’ultimo non appare stranamente nelle liste delle fanta leghe (per gli amanti del fantacalcio).  Ci vorrebbe davvero un tiro da fantacalcio o un euro goal visto che è mercoledì. Non arriva né l’uno né l’altro. Nzola si incarta col destro sul più bello. E mentre tutto lo Stadium inizia a mormorare il suo disappunto per un risultato ancora in bilico e per i tanti passaggi sbagliati dai giocatori juventini, in pieno recupero Milik segna su una ripartenza il goal che chiude la pratica. Lo Spezia ha giocato una partita attenta. Resta da migliorare la fase offensiva, anche se a dire il vero le prime due trasferte sono state giocate con Inter e Juventus, non proprio le ultime arrivate. Però la sensazione è che si tiri troppo poco anche da fuori area. Eccezion fatta per Bourabia.

TUTTI AL PICCO

Nell’ultimo giorno di mercato ci si aspetta sempre qualche novità in arrivo. Anche se non vorremmo ritrovarci a sperare di trovarla nella calza della befana. Gennaio è lontano e la serie A non aspetta. Comunque, ad ogni modo, tutti al Picco. Ancora una volta la nostra salvezza passa da lì.

Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitch

Print Friendly, PDF & Email