Insigne

Napoli: Insigne, la verità sull’interesse dall’MLS (INDISCREZIONE)

Calciomercato Napoli Prima Pagina
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Prende sempre più le sembianze di una partita a scacchi la trattativa per il rinnovo di Lorenzo Insigne, capitano di un Napoli pronto a blindarlo pur senza fare voli pindarici in termini economici.

La situazione rispetto alle scorse settimane è di poco cambiata, se non fosse per il faccia a faccia tra Aurelio De Laurentiis e Vincenzo Pisacane, agente del numero 24. Un summit tenuto a Palazzo Caracciolo per apparecchiare la tavola a un dialogo costruttivo. Perché servirà tempo e servirà parlarsi per cercare una mediazione a parti che oggi non sono distanti anni luce, ma nemmeno poi così tanto vicini.

Il divario tra domanda e offerta è ancora presente e ben visibile, stando anche alle parole di Pisacane proprio nei giorni scorsi. Classico gioco delle parti che fa da preludio all’ora del dentro o fuori, che si avvicina inevitabilmente sempre di più. E il Napoli vuole dentro il suo capitano così come quest’ultimo vuole far ancora parte di questa nave, al lordo però di aspirazioni economiche che oggi il club azzurro tarda ad assecondare.

La carriera di Insigne è al bivio finale, all’alba dei suoi trent’anni che il prossimo giugno diventeranno ben trentuno, e c’è la volontà di strappare un contratto quanto più soddisfacente possibile. Da qui, la sensazione che servirà uno sforzo in più rispetto ai 3 milioni annui offerti dal Napoli per i prossimi cinque anni, cifra inferiore anche all’ingaggio percepito oggi dal talento di Frattamaggiore.

Al momento, la trattativa vive una fase di stallo, in attesa di capire se e quando affondare il colpo decisivo, in un senso o nell’altro. Decidere se continuare questo matrimonio che dura in maniera continuativa dal 2012 o se farsene una ragione – citando le parole proprio di De Laurentiis -, optando per il divorzio.

L’attesa potrebbe rivelarsi così una buona consigliera, anche perché nessun club si sarebbe ancora fatto sotto. Almeno di quelli che stuzzicherebbero in maniera concreta Insigne. Perché le voci dalla MLS sono sempre più frequenti, ma la volontà del classe ’91 sarebbe quella di continuare a giocare ad alti livelli. Magari proprio al Diego Armando Maradona: una speranza comune tra le parti, ma è chiaro che servirà quantomeno un punto d’incontro per far sì che ciò continui ad accadere.

Diritti Riservati – Riproduzione consentita previa citazione della fonte @LeBombediVlad

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitch

Print Friendly, PDF & Email