ANGOLO SPEZIA – Uno Spezia infinito

Angolo del tifoso Focus On SERIE A Spezia
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

L’Infinito

Come è dolce il navigar in questo mare veneziano. Ci perdoni la scuola dei seguaci del Leopardi, ma questo Spezia visto con il Venezia sembra davvero infinito. E non è un gioco di parole. Siamo solo alla quarta giornata, ma la partita del Penzo, che per l’occasione mette l’abito nuovo per il ritorno in serie A, sembra già uno spareggio. Non tanto per i punti ma soprattutto per l’importanza psicologica che una vittoria del genere può avere per il prosieguo del campionato.

Spezzini in rete

Tre spezzini campo. I due capitani e Simone bastoni. Due reti negli angolini, belli e imparabili. Tanto belli da non crederci. Sul piano emotivo la sblocca Bastoni con un tiro nel sette. Sette come la maglia di Sala che dopo una vita sulla fascia scopre di saperci fare come regista. Il “Mel Gibson dello sprugola” sembra sempre più a suo agio nella cabina di manovra del centrocampo. Dopo un’ora la pareggia Ceccaroni, l’altro capitano. La sua esultanza non proprio da ex, provocherà più correnti di pensiero di un congresso di sinistra.

Motta all’attacco

Lo Spezia improvvisamente avverte la fatica e in un paio di circostanze sbanda. Okereke vorrebbe iscriversi al club dei goal degli ex ma non ci riesce per la bravura di Nicolau. Il greco con l’uscita di scena troppo prematura di Erlic, indossa l’elmo del comandante e chiude ogni scorribanda dei nemici. Sempre sostenuto da Amian e Hristov, il pacchetto difensivo regge l’urto degli attaccanti veneziani ringalluzziti da Aramu tutto fosforo. Al resto ci pensa Thiago che anziché difendersi, prova a vincerla mettendo dentro tutti gli attaccanti che ha in panchina. Entra anche il figliol prodigo Nzola, finalmente.

Roulette bianconera

Gyasi sfiora la rete da cineteca. L’appuntamento con gli archivi cinematografici è solo rimandato. Quando ormai tutti stanno pensando al pareggio e anche i traghetti, per tornare a casa, stanno per mollare gli ormeggi, entra in azione 007 Bourabia. Indossa lo smoking , come è giusto che sia per poter entrare al casinò e punta tutto sul nero. Anzi bianconero. La palla si ferma nella casella giusta e fa saltare il banco, pardon, la panchina dalla gioia. Una sassata all’incrocio che restituisce con gli interessi la rete subita all’ultimo minuto contro l’udinese. Il Karma ogni tanto funziona.

Nuovo campionato

Da oggi inizia un campionato nuovo. Ci sono tanti giovani. Alcuni come Antiste hanno già rubato l’occhio, altri ancora devono esordire. Il centrocampo è ancora il settore più penalizzato. Inutile dire che la mancanza di un regista che sappia gestire la palla e i ritmi della partita, è lapalissianamente vero, come direbbe Banfi. Però le idee ci sono e sono tutte belle. Col tempo avremo modo di vederle e scartarle come tante caramelle. Ognuna diversa dall’altra e tutte buonissime. E di certo non saremo mai sazi di questo Spezia.

Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitch

Print Friendly, PDF & Email