UFFICIALE – Santos, sospeso il contratto di Robinho: il motivo

Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: < 1 minuto

Robinho è stato sospeso dal Santos. Il contratto del classe ’84 – annunciato solamente sette giorni – sarebbe stato sospeso per il suo trascorso in Italia. L’ex Milan, infatti, è sotto processo per presunta violenza sessuale risalente al 2013. È in corso una vera e propria battaglia legale. Vi abbiamo raccontato la vicenda nel dettaglio quando vi abbiamo parlato dell’accoglienza dei tifosi. A comunicarlo è stato lo stesso club brasiliano tramite un club ufficiale:

“Santos e Robinho riferiscono che, di comune accordo, hanno deciso di sospendere la validità del contratto firmato il 10 ottobre scorso in modo che il giocatore possa concentrarsi esclusivamente sulla sua difesa nel processo che si svolge in Italia”.

Successivamente sono arrivate le parole del diretto interessato che ha commentato così la decisione della sua squadra del cuore:

 “Il mio obiettivo era quello di aiutare il Santos. Mi dà fastidio non poterlo fare, ma è meglio che in questo momento mi concentri sui miei affari personali. Dimostrerò la mia innocenza per i tifosi del Santos e le persone a cui piaccio”.

Ad oggi, la sentenza del Tribunale di Milano recita: condanna in primo grado a 9 anni. Potrebbe essere estradato. A questo verdetto ha aggiunto tali parole:

“Sto ridendo perché non mi interessa, la donna era completamente ubriaca, non sa nemmeno cosa sia successo”.

(Foto: sito ufficiale Santos)