ESCLUSIVA – Di Natale: “Juventus-Suarez, ore decisive! Attesa per il si del Barça”

Calciomercato Esclusive Juventus Prima Pagina
Condividi
Tempo di lettura: 4 minuti

Luis Suarez alla Juventus è una delle trattative più calde del momento. Abbiamo intervistato Mirko Di Natale di TuttoJuve per scoprire dettagli e retroscena. Ecco l’intervista ESCLUSIVA al giornalista vicino agli ambienti bianconeri.

Luis Suarez è extracomunitario. Nei prossimi giorni sosterrà un esame di italiano per ottenere il passaporto comunitario. Ti risulta?

Si, la notizia è molto veritiera. Luis Suarez sosterrà nei prossimi giorni un esame di italiano, nello specifico il B1, presso il Consolato Generale di Barcellona. Questo è uno delle due soluzioni che la Juventus cerca per sbloccare la trattativa. L’ottenimento del passaporto comunitario è la soluzione più semplice da raggiungere. Non dovrebbero esserci intoppi, in quanto l’uruguaiano conosce la lingua e si esprime anche in italiano. In questo caso si respira un cauto ottimismo, sia da fonti vicine alla Juventus che da quelle vicine al Barcellona. L’ostacolo, quello che desta più preoccupazione, è il rapporto tra Suarez e il Barcellona. Non si sta arrivando ad un accordo per la risoluzione contrattuale. La trattativa procede e le parti si stanno aggiornando. Suarez vorrebbe tutto l’anno di contratto che gli spetta (contratto in scadenza nel 2021, ndr), ma il Barcellona ha difficoltà ad elargire quella somma in questo momento. Si sta discutendo anche sui bonus. Il ragazzo, poi, si sente anche tradito: ha passato sei anni in blaugrana, ha vinto tanto e si sentiva protagonista. Sicuramente la Juventus dovrà guardare alle tempistiche. Il campionato sta iniziando e dovrebbe fare almeno un attaccante, visto che Gonzalo Higuain sta rescindendo. Dovrebbe farne due, in verità. Tra quelli che stanno girando, Luis Suarez in questo momento è quello più vicino.”

Stando alle ultime voci provenienti soprattutto da AS, sembra che Ronald Koeman vorrebbe reinserire l’uruguaiano nel progetto. Ti risulta?

Non mi risulta questa informazione. Ho trovato riscontri su quella dei giorni scorsi: il Barcellona ha smentito, anche attraverso i giornali vicini, che Ronald Koeman avrebbe fatto allenare a parte l’uruguaiano e altri giocatori. Staremo a vedere, ma non credo che l’olandese abbia cambiato idea. Luis Suarez non fa parte del progetto, anche se è rimasto Leo Messi a Barcellona. Già da oggi mi aspetto novità, soprattutto sul fronte della negoziazione Barcellona-Suarez.

L’entourage dell’ex Liverpool lavora alla buon uscita. Sarà risoluzione contrattuale (come dovrebbe accadere per Arturo Vidal) o sarà un’operazione come quella che ha portato Ivan Rakitic al Siviglia?

Mi sembra vicina a ripetersi l’operazione che ha portato Ivan Rakitic dal Barcellona al Siviglia. La Juventus ha già trovato una soluzione con il club catalano. I bianconeri sono disposti a pagare un indennizzo. Non sappiamo ancora di quanto, ma si vocifera attorno ai 5-6 milioni di euro. Cifra comunque più alta di quella pagata dal Siviglia per il croato. Chiaramente, a questa cifra verranno aggiunti bonus, sia a livello collettivo che individuale. Non mi stupirei se mettessero un bonus per la vittoria della Champions League della Juventus o bonus legati a reti e presenze dell’uruguaiano. Ad oggi, questo è ciò che ci perviene sia da Torino che da Barcellona.”

La Juventus e Luis Suarez hanno raggiunto un principio di accordo. Ti risulta? L’uruguaiano ha scavalcato Edin Dzeko nelle gerarchie di tecnico e dirigenza?

Più che di principio, parliamo di accordo totale raggiunto già da diversi giorni. La Juventus elargirà uno stipendio da dieci milioni più bonus e il contratto sarà triennale. Da quello che ho capito e dalle conferme ricevute, la sensazione è questa: la trattativa che si sblocca prima, verrà finalizzata. In questo momento, è più facile che si arrivi alla fumata bianca per Suarez. Non c’è un favorito o uno sfavorito. I due calciatori partono sullo stesso piano. L’obiettivo della Juventus è prendere un attaccante e vorrebbe farlo prima dell’inizio del campionato. Si vuole prendere una grande prima punta. In giro per l’Europa sono questi i nomi più accessibili: Dzeko, Suarez, Cavani, Morata. La Juventus ha l’accordo con i primi due. Per Edinson Cavani, invece, mi risulta esserci soltanto un forte interesse. Alvaro Morata è soltanto una suggestione. Lo spagnolo è il più difficile: pesa a bilancio almeno 50 milioni all’Atletico Madrid e guadagna tanto. Ha disponibilità a tornare in Italia perchè la moglie è italiana e perchè i figli vivano qui. Se tornasse alla Juventus, però, non rinuncerebbe al ricco contratto che percepisce tuttora. Seguiranno novità, ma tutto ruota attorno alla trattativa Suarez.”

Tutta questa confusione attorno alle trattative come te la spieghi? Circolano tante voci e tanto contrastanti tra di loro.

Sicuramente un fattore è la tempistica: quest’anno le società devono operare in un mese. La Juventus si trova a dover gestire una situazione davvero difficile. La situazione lasciata in eredità dall’anno scorso, parla di una squadra che non si è voluta rinnovare e si è rimandato a quest’anno. Ci sono giocatori, anche in ruoli chiave, che devono essere sostituiti. Parlavamo di Gonzalo Higuain ma possiamo pensare anche al centrocampo, reparto in cui i bianconeri devono rinforzarsi. Non riuscire a prendere i giocatori facilmente, anche in virtù della situazione, era un fatto che ci si doveva immaginare. In un mese è difficile fare certe trattative. La Juventus è una società top a livello dirigenziale, sono molto esperti e credo che riusciranno a trovare una soluzione. Forse non tanto in attacco, perchè sembra tutto già definito. Se si sbloccasse Suarez, potrebbe partire l’assalto per un altro attaccante. Moise Kean potrebbe essere una soluzione. Il problema è il centrocampo. Con l’acquisto di Weston McKennie, la Juventus ha sopperito alla partenza di Blaise Matuidi. Non ha preso un giocatore che gli migliora il reparto. A centrocampo, però, non c’è molta scelta e la dirigenza dovrà inventarsi qualcosa.”

Si ringrazia Mirko Di Natale.

Print Friendly, PDF & Email