ferrero

Ferrero pensa alla cessione di Holding Max: coinvolta la Samp

News Rilievo
Condividi
Tempo di lettura: < 1 minuto

Sono passati ormai sei anni dal 12 giugno 2014, quando Massimo Ferrero ha rilevato la Sampdoria. Anni che hanno portato poche soddisfazioni e tantissima esposizione mediatica

L’emergenza Coronavirus, con il conseguente stop al campionato, ha portato la società ad avere seri problemi di liquidità e se non ci saranno novità, un ridimensionamento dei costi e della squadra sarà fisiologico.

Stando a quanto riportato da Calcio & Finanza, Eleven Finance (cinema) e Farvem (immobiliare) hanno presentato domanda di concordato in bianco al Tribunale di Roma. Le udienze devono ancora essere fissate, ma nel frattempo i Ferrero non sono rimasti con le mani in mano, si sono mossi affidandosi al commercialista di fiducia, Vidal.

Qualcosa si muove, perché nelle ultime due relazioni periodiche presentate al tribunale fallimentare si legge che «sono state avviate con la controllante (Holding Max) e con soggetti terzi interlocuzioni volte a sollecitare un intervento di “finanza esterna” funzionale alla proposta concordataria».

«Le trattative – si legge ancora – hanno individuato una ipotesi sostanzialmente percorribile che auspicabilmente a breve troverà espressione in una formalizzazione unilaterale da parte della controllante».

Nell’ambiente si vocifera che Ferrero e Vidal stiano valutando la possibile cessione di Holding Max, la capogruppo che controlla la Samp e tutte le altre società della galassia. Sarebbe l’ennesimo colpo di coda del presidente. Se così fosse – si legge sul sito – il club non sarebbe l’oggetto diretto della trattativa, ma ci resterebbe in mezzo in quanto controllata da Holding Max.