#LBDV – Reinier, un diamante brasiliano per i blancos

Condividi

Pochi minuti fa è terminata la conferenza stampa di presentazione di Reinier Jesus Carvalho. Il talento classe 2002 è pronto a vestire la gloriosa maglia del Real Madrid.

Cresciuto a pane e pallone, Reinier è un piccolo grande talento del calcio mondiale. Le Merengues hanno anticipato tutti e lo hanno fatto sbarcare subito a Valdebebas. Un acquisto per il futuro soprattutto, ma anche per il presente: il brasiliano, infatti, ha già dimostrato di essere un predestinato.

CHI È REINIER?

Reinier Jesus Carvalho è nato a Brasilia il 19 gennaio 2002. Appena compiuti i quattordici anni, il Flamengo lo ha accolto nella sua famiglia. È precoce il giovanissimo brasiliano, che ha subito scalato le gerarchie e si è presentato alla corte di Jorge Jesus, tecnico della prima squadra rossonera. Il tecnico ne è rimasto subito estasiato, tanto da lanciarlo, nemmeno diciassettenne, nel calcio dei grandi. Sangue e talento verdeoro: Reinier ha colpi non comuni, una classe individuale che lo avvicina ai grandi numeri 10 della storia della Selecao. Non è un paragone azzardato, anzi: il classe 2002, infatti, si sta distinguendo per talento e giocate da campione assoluto. È un diamante ancora grezzo, ma ha tutte le carte in regole per diventare il gioiello più splendente del calcio mondiale della prossima generazione. Classico numero 10, agisce alle spalle delle punte ed è un portento nell’ultimo passaggio ed ha una grande visione di gioco.

GIOVANISSIMO MA GIÀ DECISIVO

Ci ha messo davvero poco Jorge Jesus per innamorarsi di lui, dicevamo. Infatti Reinier ha esordito lo scorso primo agosto in prima squadra e non è stato più tolto dal campo. Per capire meglio di chi stiamo parlando, basta raccontare il suo esordio dal primo minuto. Era il 7 settembre e Reinier gioca contro l’Avaì. Assist vincente per Gabigol e successivamente firma la rete del definitivo 0-3. Tanta classe e tanta personalità per il brasiliano, caratteristiche che fanno brillare gli occhi di chiunque lo guardi accarezzare il pallone. È giovanissimo Reinier, ma è già decisivo: ha contribuito al Double del Flamengo! Diciotto anni e già un Brasilerao e una Copa Libertadores in bacheca, una particolarità non da tutti…

CARATTERISTICHE E PARAGONI

Reinier scalpita: ha voglia di prendersi subito la scena. Lo ha fatto nel Flamengo, lo ha fatto con le giovanili del Brasile e cercherà di farlo anche in Spagna, al Real Madrid. È un brasiliano che gioca principalmente sulle trequarti, zona del campo che esalta la dottrina brasiliana. Anche Reinier ama saltare l’uomo e puntare la porta avversaria; è dotato di un’ottima visione di gioco, ultimo passaggio ed ha fiuto per il gol. Per caratteristiche, ricorda Kakà. Il Pallone d’Oro ex Milan è uno dei calciatori a cui si ispira. Il paragone più recente, tuttavia, è con un altro brasiliano, Lucas Paquetà. Percorsi analoghi per i due, caratteristiche simili. Tra gli idoli del classe 2002, però, c’è anche un francese. “Cerco di imitarne le giocate, ho visto tanti suoi video su internet. Lui è un idolo per me.” Di chi si tratta? Beh, del leggendario Zizou Zidane. E ora Reinier sarà un suo allievo.

REINIER, ORA I BLANCOS

Lo scorso 20 gennaio è arrivata l’ufficialità del suo passaggio al Real Madrid per 30 milioni di euro. Continua, quindi, la linea verde dei blancos. Dopo Vinicius e Rodrygo, un’altra stellina del panorama calcistico brasiliano e mondiale veste Blanco: anche Reinier sarà aggregato al Castiglia per ‘farsi le ossa’ nel calcio spagnolo ed essere pronto per la maglia più bella e gloriosa al mondo, quella del Real Madrid. Zinedine Zidane è un allenatore che predilige la tecnica e la classe, saprà sicuramente lavorare sul giovane brasiliano per farlo arrivare pronto al quarto di qualità definitivo.

Reinier è un diamante grezzo, con la giusta lavorazione diventerà il gioiello più prezioso del mondo del calcio.