#LBDV – Barcellona: quante ‘blaugrane’! E Messi…

Focus On Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Dalle parti di Barcellona le acque non sono affatto tranquille. Nella piena lotta, l’ennesima, al vertice in campionato con il Real Madrid e con gli obiettivi di Coppa in cui i blaugrana sono in piena corsa (tra cui, l’ottavo di finale contro il Napoli di Gattuso), nello spogliatoio sembra essere scoppiata una vera e propria bomba. Al centro ci sarebbe proprio la figura di Leo Messi che in questi giorni è stato protagonista di un botta e risposta a distanza con il Team Manager Eric Abidal ed il quale futuro avrebbe molti interrogativi. Non una situazione semplice per una squadra obbligata ogni anno a vincere.

IL CAMBIO VALVERDE-SETIEN E GLI INFORTUNI IN ATTACCO

Snodo della stagione è stata senza dubbio il cambio di panchina in corso che ha visto Quique Setien prendere il posto di Ernesto Valverde. Un cambio di guida tecnica non è mai facile da gestire, anche se di nome fai Barcellona e pur avendo i calciatori tra i migliori in circolazione.

Le complicazioni aumentano se a tutto ciò inizia a coincidere un’infermeria affollata, proprio come sta accadendo adesso nella città catalana. Una vera e propria carestia sta colpendo il reparto offensivo, con Luis Suarez che ne avrà ancora per molto dopo l’intervento al ginocchio e con il recente stop di Ousmane Dembelè (probabile stagione finita).

Ma se il Barça dalla sua parte ha una rosa sufficientemente adatta per contenere l’emergenza infortuni, ben più complessa è la situazione venutasi a creare all’interno dello spogliatoio.

LE ‘BLAUGRANE’ VIDAL E LO SCONTRO MESSI-ABIDAL

Sembrava destinato all’Inter di Conte (che poi ha ripiegato, usando un eufemismo, su Eriksen), ma alla fine è rimasto al Camp Nou. Arturo Vidal ha cercato in ogni modo di divincolarsi dal Barcellona, arrivando addirittura al muro contro muro. L’intransigente muro posto dalla società blaugrana ha però avuto la meglio, con il cileno che è rimasto con non pochi malumori in Spagna.

Tuttavia la vera bomba è scoppiata proprio in queste ore. Tutto nasce dalle pesanti parole di Eric Abidal che, a proposito del cambio di panchina, ha dichiarato:

Molti giocatori non erano soddisfatti, non lavorano molto e c’era un problema di comunicazione interna. Il rapporto tra l’allenatore e lo spogliatoio è sempre stato buono, ma da ex giocatore riesco ad avvertire alcune sensazioni. Ho detto al club cosa pensavo e ho dovuto prendere una decisione“.

Parole che hanno scatenato la rabbia della Pulce, che a sua volta ha risposto:

Sinceramente non mi piace fare queste cose, ma penso che tutti debbano prendersi la responsabilità del proprio ruolo e farsi carico delle decisioni. I giocatori per ciò che accade in campo e infatti siamo stati i primi a riconoscere quando non stavamo bene. Quando si parla di giocatori, si dovrebbero fare i nomi perché altrimenti si finisce con l’infangare tutti con cose che si dicono e che non sono vere”.

Uno scontro  che sicuramente non aiuta a rasserenerare gli animi. Intanto, il futuro di Messi inizia ad apparire incerto ed iniziano a moltiplicarsi le ipotesi di divorzio a fine stagione.

POSSIBILE FUTURO LONTANO DAL CAMP NOU PER MESSI?

Tanti sarebbero i motivi chiacchierati per cui il capitano del Barcellona Messi starebbe pensando ad un addio che avrebbe del clamoroso. Dall’addio di Valverde al presunto malcontento dovuto al mancato ritorno di Neymar e non solo. Ma passiamo a fatti sicuramente più concreti.

Il contratto attualmente in essere con il Barcellona è valido fino al 2021 e con l’età che avanza il suo ingaggio inizia ad essere molto pesante (circa 40 milioni di euro netti stagionali). Presente inoltre la maxi-clausola rescissoria di 700 milioni di euro ma, secondo quanto svelato dal quotidiano “El Pais”, l’argentino avrebbe a disposizione un ulteriore clausola attraverso la quale lui avrebbe la possibilità di lasciare a zero, con determinate condizioni, il Barcellona.

Una possibilità che stride fin troppo con il trascorso tutto catalano, fino ad oggi, di Messi. E se si candidasse proprio lui a diventare protagonista della prossima sessione di mercato? Un’ipotesi che a Barcellona, tra il caos generale che si è venuto a creare, iniziano a temere e non poco.

Print Friendly, PDF & Email