Fiorentina Raggi X

La Fiorentina batte l’Hellas Verona, rientro con gol per Gonzalez

Fiorentina Htest Rubrica SERIE A Verona
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Dallo Stadio Artemio Franchi

La Fiorentina affronta tra le mure amiche l’Hellas Verona, per mettere da parte le delusioni europee e provare ad aggiustare un inizio di campionato piuttosto deludente sotto il punto di vista dei risultati. Gabriele Cioffi, fiorentino DOC, proverà a mettere i bastoni tra le ruote ai viola, visto il buon momento di forma dei suoi ragazzi.

Primo Tempo

Italiano sorprende tutti con la scelta di tenere Jovic e Cabral in panchina, lanciando Kouamè titolare al centro dell’attacco. Il calciatore ivoriano ha subito una chance per portare avanti i suoi, ma non riesce a trovare la zampata vincente nonostante il delizioso assist di Sottil. Al minuto 13 una splendida giocata di Ikonè porta avanti i padroni di casa: affondo sulla destra, dribbling a rientrare e sinistro secco che fredda Montipò. La Fiorentina cestina l’occasione del raddoppio con Venuti che non riesce a sfruttare un ottimo assist di Ikonè, calciando troppo sul portiere avversario. Al 24esimo Kouamè viene atterrato in area da Coppola: il direttore di gara non ha dubbi e assegna la massima punizione. Sul dischetto va capitan Biraghi, ma il suo tiro viene bloccato in due tempi da Montipò. Sul ribaltamento di fronte Lasagna prova la conclusione potente da posizione ottimale, che viene deviata da un difensore viola. Sugli sviluppi del calcio d’angolo il guardialinee annulla un gol a Thomas Henry, complice la sua posizione oltre la difesa avversaria. Subito dopo Mandragora impegna Montipò con un gran bolide da fuori area. Biraghi calcia il corner e stavolta è Kouamè ad esaltare i riflessi del portiere gialloblù, con un insidioso colpo di testa. Partita che la Fiorentina sembra tenere in pugno: la squadra di Italiano ha creato tantissimo, senza riuscire tuttavia a trovare il doppio vantaggio.

Secondo Tempo

Inizia la ripresa con un cambio tra le fila del Verona, con Dawidowicz che va a sostituire l’ammonito Coppola. Tra i padroni di casa subentra Bonaventura al posto dell’infortunato Amrabat; l’ex milanista si fa subito notare con un destro potente da fuori area che impegna Montipò in tuffo. La manovra dell’Hellas appare piuttosto macchinosa e mister Cioffi prova a dare più imprevedibilità alla sua squadra inserendo VelosoKallon e Verdi. Si rivede in campo Nico Gonzalez, fuori da fine agosto per via di una fastidiosa tallonite: sarà compito suo e di Saponara di ridare vivacità sulle corsie esterne dell’attacco nell’ultima mezz’ora di gioco. I padroni di casa, dopo aver speso parecchie energie nella prima frazione, provano a gestire il risultato senza riuscire a trovare spiragli per chiudere il match. Nei minuti finali Kallon ha un incredibile opportunità per il pareggio, ma Terracciano è bravo a chiudergli lo specchio allontanando il pericolo dalla propria area. Il forcing degli scaligeri è piuttosto sterile ed è la Fiorentina che riesce a trovare il gol che chiude i conti grazie all’argentino Nico Gonzalez. Tre punti importanti per la squadra di Italiano per provare la risalita in classifica e ritrovare concretezza in vista dei prossimi impegni in Conference League.

Tabellino 

RETI: 13′ Ikonè, 90′ Gonzalez

AMMONITI:  Coppola (V), Amrabat (F), Henry (V), Mandragora (F), Hien (V), Barak (F), Gunter (V).

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Venuti, Quarta, Ranieri, Biraghi; Barak (78′ Duncan), Amrabat (50′ Bonaventura), Mandragora; Ikonè (65′ Gonzalez), Kouamè (78′ Cabral), Sottil (65′ Saponara). All. Vincenzo Italiano

HELLAS VERONA (3-5-2): Montipò; Hien, Gunter, Coppola (46′ Dawidowicz); Depaoli, Ilic, Tameze (54′ Veloso), Hrustic (59′ Verdi), Lazovic; Lasagna (54′ Kallon), Henry (70′ Djuric). All. Gabriele Cioffi

ARBITRO: sig. Rapuano di Rimini

NOTE: al 26′ Biraghi fallisce un calcio di rigore

 

Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitch"

Print Friendly, PDF & Email