VLAD’S GOT TALENT – Soulé, dalla C all’Albiceleste

Juventus Prima Pagina Rubrica
Condividi
Tempo di lettura: 4 minuti

Matías Soulé Malvano è finito sotto la lente di ingrandimento nelle ultime ore: il calciatore della Juventus Under23 è stato convocato dall’Argentina per le qualificazioni a Qatar22. La scelta del CT Lionel Scaloni stupisce e non poco. Il classe 2003, infatti, non ha ancora collezionato minuti ufficiali nella prima squadra bianconera, ma è un punto fisso della formazione che milita in Lega Pro.

Il costo del cartellino si aggira già intorno agli 8-10 milioni di euro. Sul talento dell’albiceleste ci sono tanti club, ma la Juventus non ha nessuna intenzione di privarsene. La scorsa estate, infatti, il club bianconero lo ha blindato con un contratto che scadrà nel giugno del 2024, con possibilità di estenderlo per altre due stagioni.

Ma conosciamo meglio il giovane talento della Juventus e dell’albiceleste.

Matías Soulé Malvano è nato il 15 aprile del 2003 a Mar del Plata. Di nazionalità Argentina, è un calciatore di un metro e settantasei centimetri. Gioca principalmente da ala, ma può essere utilizzato anche trequartista o seconda punta.

SCHEDA TECNICA

Questa è la scheda profilo del calciatore, tratta dal sito www.transfermarkt.it:

SCHEDA TECNICA SOULÉ

Matías Soulé Malvano è un calciatore dotato di velocità, talento e classe. Ingiocabile con i pari età, il classe 2003 argentino si sta facendo le ossa nel campionato di Lega Pro. È un calciatore molto duttile, che può svariare su tutto il fronte offensivo. Il ruolo in cui si esalta maggiormente, però, è quello di ala destra. Nonostante sia giovanissimo, il calciatore di Mar del Plata fa già parlare di sè. In patria, negli anni passati, veniva paragonato a El Fideo, Angel Di Maria.

Argentino, mancino e classe da vendere: alla Juventus, gli addetti ai lavori lo paragonano a Paulo Dybala, tra l’altro modello e idolo per il giovane albiceleste. Come gli illustri connazionali, anche il classe 2003 sta facendo intravedere grandissime cose. Matías Soulé Malvano è un calciatore brevilineo. Il piede mancino è educato, che ricorda tanto quello della Joya. Anche la rapidità, sia palla al piede che d’esecuzione, è un marchio di fabbrica del giovane talento bianconero. Viene utilizzato ala destra o seconda punta. Quando parte largo, ama accentrarsi per puntare la porta con il mancino. Proprio in questo fondamentale, il classe 2003 ricorda Paulo Dybala. L’argentino, poi, si esalta a campo aperto: in queste occasioni, può sfruttare la classe e il talento che lo contraddistinguono, denotando anche una visione di gioco fuori dal comune. È un calciatore determinante anche in zona offensiva, sia da marcatore che da ricamatore.

CARRIERA

Matías Soulé Malvano è stato acquistato dalla Juventus nell’estate del 2020. Il club bianconero ha bruciato una folta concorrenza, battendo soprattutto il Barcellona e il Monaco. Il classe 2003 si è formato nel Velez. Nel club argentino ha compiuto un’importante trafila nelle giovanili. Attimi di tensione, però, ci sono stati poco prima dell’addio. Il club voleva che il ragazzo firmasse il primo contratto da professionista, il padre invece ha voluto portato subito in Europa. La Juventus lo ha blindato, come detto, da un contratto fino al 2024 con opzione per altri due anni.

Aggregato alla primavera bianconera, l’argentino ha fatto intravedere grandissime cose. In 27 partite, il classe 2003 ha realizzato cinque reti e fornito altrettanti assist vincenti ai compagni. Da inizio anno, Soulé è stato aggregato alla Juventus Under 23. Nel campionato di Lega Pro ha già giocato dieci partite, non mettendo a referto né gol né assist. Discorso diverso, invece, nella Coppa Italia di categoria. Nelle tre gare giocare, il classe 2003 ha realizzato due reti, entrambe contro il Feralpisalò, lo scorso 15 settembre. Ufficialmente, l’argentino non ha ancora esordito con la prima squadra bianconera, ma ha preso parte all’intero ritiro precampionato.  Ha trovato anche la rete nella prima amichevole stagione contro il Cesena. Nell’ultima sosta, Matías Soulé Malvano ha ben figurato nell’amichevole che la Juventus ha giocato contro l’Alessandria. Massimiliano Allegri lo ha schierato nel ruolo di Paulo Dybala. Infine, il classe 2003 ha giocato anche due partite della UEFA Youth League: una rete contro il Chelsea e un assist contro lo Zenit.

Scheda Carriera tratta dal sito www.transfermarkt.it:

CARRIERA SOULÉ

DALLA C ALL’ARGENTINA

Ha stupito e non poco la scelta di Lionel Scaloni di convocare il giovanissimo 2003. Accanto ai nomi di Messi, Dybala, Lautaro Martinez e Di Maria compare anche quello del talentino di Mar del Plata. Come abbiamo scritto poc’anzi, Matías Soulé è in orbita prima squadra, ma non ha ancora trovato l’esordio ufficiale. Stando a fonti vicine al club bianconero, Massimiliano Allegri stravede per lui. Nel difficile inizio di stagione del club bianconero, ha collezionato soltanto qualche panchina ma la prima presenza sembra davvero vicina. Questa sua convocazione ricorda quella di Nicolò Zaniolo con la nazionale italiana: anche il classe 1999, infatti, non aveva ancora giocato un minuto con la Roma, allora allenata da Eusebio Di Francesco. In seguito alla chiamata di Roberto Mancini, Zaniolo ha trovato spazio in prima squadra. Che sia un buon auspicio anche per l’argentino.

Matías Soulé Malvano fa già parlare di sè, in campo e fuori: dalla C all’Argentina.

(Foto: profilo Instagram ufficiale Matias Soulé)

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitch

Print Friendly, PDF & Email