IL PUNTO DI GA7 – Napoli-Cagliari 1-1: giornata storta

Napoli Rubrica
Condividi
Tempo di lettura: < 1 minuto

Giornata storta per il Napoli contro il Cagliari, ma non solo.

Vince il Milan, vince la Juve, e due punti persi allo scadere contro i sardi al Maradona, dunque non il turno migliore per quanto riguarda la corsa Champions in ottica azzurra.

Il match è dominato per lunghi tratti dagli uomini di Gattuso, che passano subito in vantaggio con un gran gol di Osimhen, servito perfettamente da Insigne.

Il Napoli continua a creare tanto, senza mai riuscire a concretizzare; ma nel secondo tempo arriva il raddoppio, sempre col numero 9 nigeriano, che si inventa un’occasione dal nulla, bruciando due difensori e battendo Cragno con uno scavetto di sinistro. La rete viene però – inspiegabilmente – annullata dal signor Fabbri per un presunto fallo, apparentemente mai rivisto al VAR da Mazzoleni. I dubbi sono molteplici.

Importante far luce su un imbarazzante errore arbitrale, ma che  quest’ultimo non nasconda l’inettitudine del Napoli nel gestire questo tipo di situazioni. Il match andava chiuso e messo in cassaforte a prescindere da tutto, senza farsi condizionare mentalmente dal torto subito.

Il Cagliari è in piena lotta salvezza e, come facilmente si poteva prevedere, non ha mollato nemmeno un millimetro, riuscendo a strappare un pareggio allo scadere grazie al gol di Nandez, che trancia le gambe a Insigne & Co.

Da sottolineare positivamente la partita di Victor Osimhen, che oggi si è letteralmente caricato la squadra sulle spalle (finché ha potuto), offrendo una prestazione da nove di livello assoluto e marcando due volte.

Testa allo Spezia, che è ancora tutto nelle nostre mani.