Le Bombe Di Var

LE BOMBE DI VAR – Ordinaria amministrazione

Focus On Le Bombe di Var
Condividi
Tempo di lettura: 4 minuti

Ordinaria amministrazione

Giornata di ordinaria amministrazione la 30^ di campionato per fischietti e VAR nostrani.
Pochi sono gli episodi degni di nota, peraltro tutti gestiti bene dai direttori di gara designati.
Gli errori visti durante il recupero di metà settimana sembrano un ricordo lontano.
Inter – Cagliari, Hellas Verona – Lazio, Sampdoria – Napoli e Fiorentina – Atalanta sono le uniche gare che registrano episodi da riesaminare.
Scorrono via senza particolari intoppi le altre partite di un turno che ha visto consolidarsi il primato nerazzurro in vetta alla classifica.

Inter – Cagliari: fuorigioco di Sanchez

Allo stadio Giuseppe Meazza l’Inter capolista riceve il Cagliari con l’obiettivo di consolidare il primo posto.
Partita non facile, tenuto conto che il Cagliari è in piena lotta salvezza.
Arbitra il match Pairetto, con Massa e Lo Cicero, rispettivamente, VAR ed AVAR.
Al minuto 17 Alexis Sanchez riceve una perfetta imbucata di Romelu Lukaku in area di rigore e batte il portiere Vicario.
Si alza, tuttavia, la bandierina dell’assistente Valeriani, a segnalare la posizione di fuorigioco del bomber cileno.
Pairetto correttamente non convalida il gol, e il VAR Massa altrettanto correttamente non interviene, come da Protocollo, avendo l’arbitro pienamente valutato l’episodio e non essendoci alcun chiaro ed evidente errore da segnalare.
Ottima la conduzione generale del match, con il VAR pressochè non utilizzato per tutto l’incontro.

Hellas Verona – Lazio: gol di Caicedo annullato

Partita tesa al Bentegodi di Verona, dove un Hellas ottavo, protagonista di un ottimo campionato finora, ospita i biancocelesti in piena lotta per una qualificazione in Europa, con un occhio ancora a “quella che conta”.
Arbitro designato è Daniele Chiffi, della Sezione di Padova; VAR l’esperto Orsato ed AVAR Meli.
Nonostante i tanti contrasti ed il forte agonismo, il fischietto padovano dirige con autorità.
Al minuto 47, Caicedo sulla trequarti vince il duello con Magnani, se ne va e giunto in area di rigore avversaria, complice una difesa scaligera inerte, insacca alle spalle di Silvestri.
Chiffi è ben posizionato e convalida la rete, tuttavia il VAR Orsato, con le immagini a sua disposizione, si accorge di un chiaro ed evidente errore dell’arbitro di campo e gli raccomanda una “On Field Review”.
Il direttore di gara, evidentemente dubbioso, va a rivedere ed annulla la rete, rilevando una chiara gomitata dell’attaccante ecuadoriano ai danni di Magnani.
Giusto anche il cartellino giallo per gioco pericoloso.
Esempio lampante, questo, di quanto il VAR sia utile se correttamente utilizzato.

Sampdoria – Napoli: rete di Thorsby irregolare

Al Ferraris di Genova, il Napoli ospite deve vincere per tenere accese le speranze di una qualificazione in Champions League.
Il direttore di gara Valeri è assistito da Aureliano VAR e Tegoni AVAR designati.
Partita ben diretta, con un solo episodio da rivedere.
Al minuto 75, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto dalla formazione doriana, Thorsby sembra volare più alto di tutti e batte un incolpevole Ospina.
Valeri, un pò troppo distante dalla azione, convalida inizialmente, ma Aureliano rileva due falli in attacco abbastanza evidenti di Thorsby, che si appoggia sulle spalle di Koulibaly nello stacco impedendogli di saltare, e di Keita Balde che frana su Ospina atterrandolo.
Il VAR richiama dunque Valeri che si porta a bordo campo per il check.
La rete viene correttamente annullata.
Qualche protesta suscita il secondo gol del Napoli, Ranieri lo ritiene viziato da un fallo di Mertens ad inizio azione.
Il VAR non è intervenuto, in questo caso, essendo Valeri ben posizionato ed avendo valutato l’episodio come semplice contrasto di gioco consentito.
Ineccepibile la conduzione di gara, con l’aiuto di un ben attento VAR.

Fiorentina – Atalanta: rimessa laterale invertita

All’Artemio Franchi di Firenze si gioca il posticipo di giornata ed è anche qui ordinaria amministrazione.
La Fiorentina ospita un’Atalanta sempre più vicina ad una qualificazione Champions sicura.
Arbitra Sacchi. VAR è Nasca ed AVAR Mondin.
Diversi episodi, tutti ben gestiti dal fischietto di Macerata.
Unico appunto: al minuto 57 la Fiorentina trova il gol con azione che si sviluppa da rimessa laterale fischiata a favore.
Riguardando le immagini, tuttavia, l’ultimo tocco prima che la palla uscisse era di Bonaventura e non di Freuler.
Errata si è rivelata la valutazione dell’assistente di linea, incolpevole Sacchi.
Incolpevole, in questo caso, anche il VAR, perché l’episodio non è tra quelli che possono dar luogo a revisione.

 Follow us!
FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitch

Print Friendly, PDF & Email