CINQUE IN PAGELLA – Napoli-Atalanta

Atalanta Napoli News Rubrica
Condividi
Tempo di lettura: 4 minuti

Era nell’aria e, alla fine, Gattuso è partito con un modulo tutto nuovo per giocarsi la semifinale d’andata di Coppa Italia.

Gli ospiti, grazie alla maggior fisicità, si sono dimostrati più propositivi. Al triplice fischio lo 0-0 finale, che per la qualificazione rimanda tutto ai 90 minuti in casa dell’Atalanta.

Napoli

Ospina: Voto 7

Ancora una volta il colombiano si lascia preferire a Meret. Il portiere ex Arsenal ha la grande capacità di giocare bene con i piedi oltre che garantire sicurezza tra i pali. Compie un paio di ottimi interventi che garantiscono l’inviolabilità e la qualificazione aperta.

Manolas: Voto 5.5

Il greco attraversa una fase di leggero appannamento, l’avversario di turno non è semplice da governare ed infatti Zapata lo mette spesso in difficoltà. Con l’uscita del colombiano smette di soffrire.

Hysaj: Voto 6

L’impiego dell’albanese come esterno sinistro era prevedibile. Non è un fulmine di guerra, tecnicamente non è eccellente, ma tatticamente è sempre molto utile. In generale, fa il suo dovere senza eccessi e senza errori.

Demme: Voto 5.5

Ancora una gara da titolare per il mediano italo-tedesco. Metronomo di centrocampo, dovrebbe garantire geometrie e dinamismo ma la folta mediana bergamasca, complice anche la pochezza del compagno di reparto, lo supera spesso. Esce colpito da una violenta pallonata al volto (dal 66’ Elmas: Voto 6 Garantisce sicuramente maggior velocità alla mediana azzurra).

Koulibaly: Voto 7

La gara è impegnativa ma anche in una posizione insolita fa la sua parte con grande applicazione. Interventi plastici, grande corsa e tante pezze a salvare i compagni di reparto.

Maksimovic: Voto 5

Il serbo, nonostante si vociferasse lo schieramento a tre, a sorpresa viene schierato al centro della difesa. Nel primo tempo sbaglia un paio di interventi che fortunatamente non provocano eccessivi danni. Nella ripresa la musica non cambia, s’impappina con il pallone tra i piedi e spesso sbaglia i tempi d’intervento.

Di Lorenzo: Voto 6

Nuovo modulo ed ennesima maglia da titolare per il terzino azzurro. Con questo schieramento ha la libertà di spingersi e supportare la manovra d’attacco ma con il passare dei minuti è costretto a tenersi basso. Svolge con sufficienza il suo compito senza commettere errori garantendo sempre i giusti appoggi.

Bakayoko: Voto 5

Dopo qualche turno in panchina e alcune prestazioni per niente convincenti, Gattuso ripropone titolare il suo pupillo. Il francoivoriano non ripaga la fiducia con una prestazione di livello. Parte bene ma dopo venti minuti è completamente in balia degli avversari. Si lascia superare con estrema facilità e quasi mai segue il diretto avversario, provocando pericolose superiorità.

Lozano: Voto 5.5

Il Napoli non può fare a meno del messicano, stasera schierato da falso nueve, ruolo che nel passato ha fatto le fortune azzurre e personali di Dries Mertens. Il Chucky però in quella posizione dura poco, ripetutamente si scambia con Politano senza mai trovare la giocata giusta (dal 82’ Osimhen: S.V.).

Insigne: Voto 5

Il capitano doveva riabilitarsi, lo stato di forma psicofisico dal dopo supercoppa non è mai stato più lo stesso. Parte di gran carriera, un paio di belle giocate e un tiro che Gollini para. Poi, con il passare del tempo, si perde, nonostante fatichi tanto. Esce zoppicando (dal 68’ Zielinski: Voto 6 Offre dinamismo e profondità, con lui in campo il Napoli cambia volto).

Politano: Voto 5.5

A suon di reti e buone prestazioni l’ala ex Sassuolo e Inter si conquista una maglia da titolare per il delicato confronto. La prestazione di stasera, suo malgrado, non è sufficiente, perché l’impegno non manca (dal 66’ Petagna: Voto 6 Al solito tanto impegno).

Gattuso: Voto 6-

Le dichiarazioni post Parma hanno scatenato una bufera senza fine. Lui sembra non essere stato scalfito da quanto successo, va per la sua strada e di tutta risposta rivolta il Napoli come un calzino. L’esperimento è riuscito a metà, l’importante era non prendere gol in casa e la missione è compiuta, ma il gioco ha lasciato a desiderare.

 

Atalanta

Gollini: Voto 6

Un intervento decisivo su Insigne garantisce l’inviolabilità.

Toloi: Voto 7

E’ un calciatore di alto livello che sfiora anche il gol.

Gosens: Voto 6

Un po’ ruvido ma sicuramente efficace.

Djimsiti: Voto 5.5

Ci si aspettava qualcosa in più.

Romero: Voto 5.5

Ricorre spesso al fallo e per un giallo salterà il ritorno.

Freuler: Voto 5.5

Gara anonima.

Mahele: Voto 6.5

Una buona gara sia in copertura che in spinta.

De Roon: Voto 5.5

E’ meno incisivo del solito.

Zapata: Voto 6

Tanto impegno, dà tanto lavoro alla retroguardia azzurra (dal 80’ Lammers: S.V.).

Muriel: Voto 6.5

Veloce e tecnicamente eccellente, sfiora il gol (dal 73’ Pasalic: S.V.).

Pessina: Voto 6.5

Quantità e qualità sia di squadra che quando si mette in proprio (dal 73’ Ilicic: Voto 6 Quando ha la palla tra i piedi mette sempre in apprensione).

Gasperini: Voto 6

Vince ai punti la gara con il collega.

Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitter

Print Friendly, PDF & Email