Inter

LE PAGELLE NERAZZURRE – Shakhtar – Inter 0-0

Inter News
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Un’Inter sprecona e poco fortunata quella che è scesa in campo contro lo Shakhtar Donestk, con cui pareggia 0-0. Tante le occasioni sfumate da parte nei nerazzurri, che vedono così andar via altri due punti sanguinosi in chiave qualificazione. Adesso la squadra di Conte si giocherà una buona fetta del passaggio del turno nel doppio confronto contro il Real Madrid. Il cammino nel girone per l’Inter si complica più del previsto.

Handanovic 6: Praticamente non impegnato nel corso dei 90′

Bastoni 5,5: Spesso soffre la ripartenza degli ucraini, rimediando anche un ammonizione che ne condiziona il rendimento per il resto della partita.

De Vrij 6: Il suo compito è quello di supportare Brozovic nella costruzione da dietro. Destinatario di molti palloni nel giro palla, ha svolto il suo compito senza strafare.

D’Ambrosio 6: Un mezzo passo indietro rispetto al match del Marassi. Spinge e rischia addirittura di essere decisivo con un lancio quasi al conta giro per Lautaro. Sufficienza fuori discussione. (Darmian S.V.)

Young 6,5: Nel primo tempo è un vero e proprio treno sulla sua corsia di competenza. Nel corso della seconda frazione va calando, ma la sua prestazione resta più che sufficiente. Se in forma, l’inglese può essere un’arma importante per Conte. (Pinamonti S.V.)

Vidal 6: Solità quantità in mezzo al campo, ma alla lunga cala. Dal cileno si sono intraviste serate migliori, anche se la dinamica del match è poco congeniale alle sue caratteristiche da mastino. (Eriksen S.V.)

Brozovic 5,5: Soffre i pochi spazi e demanda i suoi compiti alle corsie esterne, anche per cercare di rompere gli equilibri della squadra avversaria.

Barella 6: Sfiora il gol nel primo tempo, con il pallone che scheggia la traversa con un tiro da fuori area.

Hakimi 5,5: Forse la partita meno esplosiva da quando veste di nerazzurro. Riesce a trovare campo grazie alla sua velocità, ma arrivato nei pressi dell’area viene meno nella precisione e nella lucidità.

Lautaro 5: E ‘ lui il peggiore in campo. Viene contenuto in maniera discreta dagli avversari, nonostante il tentativo di allargare le maglie degli ucraini. Fotografia della serata è il gol divorato a porta vuota. Un errore madornale che costa la vittoria. (Perisic 5,5: Schierato dapprima in una posizione insolita, con l’inserimento di Pinamonti il croato viene posizionato nella sua comfort zone, senza tuttavia riuscire a trarne i vantaggi auspicati)

Lukaku 6: Nel primo tempo quasi emula il gol delle semifinali di Europa League, ma questa volta il portiere avversario è più reattivo. Stampa sulla traversa la sua botta su punizione. Come al solito, è il fulcro del gioco offensivo ma si vede costretto a interrompere le sue marcature di fila, tra Serie A e Champions.

Conte 5: Il leccese questa volta è sfortunato, e legittima giustificatamente il dominio palesato in campo. Tardivi forse i cambi, che non riescono ad incidere sul risultato. Frattanto perde sulla strada due punti, che in futuro potrebbero pesare come un macigno.

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitter