Fischi per fiaschi

FISCHI PER FIASCHI – Il fallo di mano

FISCHI PER FIASCHI Focus On SERIE A
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

IL FALLO DI MANO

Il fallo di mano è probabilmente, tra le ipotesi sanzionate dal Regolamento, quella che dà adito a più discussioni.
E le discussioni diventano lotte tra Guelfi e Ghibellini, quando il fallo di mano provoca un calcio di rigore.
Proprio per questo, la Regola relativa è una di quelle che ha subito più emendamenti e rimaneggiamenti in assoluto.

LA REGOLA 12

Il fallo di mano è disciplinato in maniera specifica sotto il punto primo della regola 12, avente ad oggetto il calcio di punizione diretto.
Questo perché il fallo di mano provoca sempre un calcio di punizione diretto.
Ma quando deve essere fischiato?
La norma regolamentare esordisce con il definire, innanzi tutto, quale parte del braccio viene considerata rilevante ai fini del fallo di mano.
In particolare, recita “Al fine di determinare un fallo di mano, il limite superiore del braccio coincide con la parte inferiore dell’ascella“.

I CASI PREVISTI

L’infrazione si concretizza ogni qual volta che un calciatore:
– tocca intenzionalmente il pallone con mani o braccio;
– segna una rete nella porta avversaria colpendo il pallone con mani o braccio, in questo caso anche se ciò avviene involontariamente;
– segna una rete nella porta avversaria ovvero crea una opportunità di segnare una rete, subito dopo avere ricevuto il pallone grazie ad un tocco di mano o braccio, proprio o di un suo compagno, anche involontario;
– tocca il pallone con le mani o col braccio, anche in maniera accidentale, quando la posizione innaturale di mani e braccia aumenta lo spazio occupato dal corpo;
– tocca il pallone con le mani o col braccio, anche in maniera accidentale, quando mani e braccia sono posizionate al di sopra dell’altezza delle spalle, salva la ipotesi in cui il giocatore calci il pallone colpendo per sbaglio le proprie braccia alte.
Tutte queste infrazioni si concretizzano anche quando il pallone proviene direttamente dalla testa o dai piedi di un calciatore che è vicino.

LE ECCEZIONI

Sempre nella stessa regola, sono previste le eccezioni.
Il tocco di mano o braccio non costituisce infrazione quando:
– proviene direttamente da testa o corpo (compresi i piedi) dello stesso calciatore che lo sta giocando;
– proviene dalla testa o dal corpo di un calciatore che è vicino (tranne che non si concretizzi uno dei casi descritti nel paragrafo precedente);
– le mani o braccia sono attaccate al corpo e in una posizione non innaturale;
– quando mani e braccia sono tra il corpo ed il terreno, in caduta, per sostenere il corpo.

LE SANZIONI

Al fallo di mano consegue sempre un calcio di punizione diretto, e dunque un calcio di rigore se il fallo viene commesso nella propria area di rigore.
Tutti sanno che il portiere può giocare il pallone con le mani nella propria area, pur rispettando ulteriori regole che illustreremo in altro articolo.
Al di fuori della propria area di rigore, il portiere soggiace alle stesse regole, in tema di fallo di mano, che valgono per gli altri calciatori.
Ogni qual volta il fallo di mano viene commesso per segnare una rete o evitare sia segnata una rete, anche solo come tentativo, il calciatore è passibile di ammonizione.
Ciò avviene anche quando il fallo di mano, in generale, integra una condotta antisportiva (si pensi al caso in cui il pallone viene stoppato con le mani e lanciato volontariamente via).
Il cartellino giallo scatta anche quando viene interrotta volontariamente una promettente azione di attacco.
Nel caso in cui, invece, il fallo di mano impedisce la segnatura di una rete o nega all’avversario una evidente opportunità di segnare una rete (D.O.G.S.O.), scatta il cartellino rosso.
Sul concetto di D.O.G.S.O. torneremo.

L’INTERPRETAZIONE

Le regole sul fallo di mano sono tra quelle che richiedono il maggiore sforzo interpretativo ed applicativo all’arbitro.
Per questo motivo la gran parte delle polemiche che si accendono puntualmente ogni giornata, riguardano proprio episodi di fallo di mano.
Nel corso del campionato avremo certamente modo di tornarci.