Marotta su Hakimi: “Grande lavoro di Ausilio”

Condividi

L’amministratore delegato dell’Inter Beppe Marotta ha rilasciato un’intervista nell’immediato pre partita del match contro il Parma. Queste le sue dichiarazioni a SkySport, riportate da TMW:

“Noi desiderosi di riscatto dopo il pari col Sassuolo? Intanto dobbiamo sottolineare i meriti dei neroverdi. In ogni caso, stiamo vivendo una stagione particolare, con gare molto ravvicinate. La gara di mercoledì ci è servita, stasera ci ripresentiamo in campo per cercare di fare risultato”.

A che punto è la trattativa per Hakimi?
“L’obiettivo della società è quello di continuare a fare investimenti nell’area sportiva, acquisendo giocatori importanti. Non nascondo che siamo in una fase avanzata della trattativa, ma ci tengo a sottolineare che deve esserci grande rispetto per l’attuale squadra. Per il futuro c’è l’intenzione di alzare l’asticella”.

Come è nata questa operazione?
“Il nostro direttore sportivo Ausilio ha svolto un ottimo lavoro. La trattativa va conclusa ma siamo ottimisti. Domani sarà una giornata importante, vedremo come definire la situazione”.

Anche a sinistra avreste bisogno di un acquisto importante.
“Come ho detto prima, la società vuole alzare l’asticella, mixando però anche quelle che sono le logiche finanziarie. Vedremo le opportunità che si presenteranno, il mercato non è ancora entrato nel vivo. E’ prematuro azzardare ipotesi”.

Dobbiamo aspettarci altri colpi di alto livello da parte vostra?
“La proprietà ci ha dato la possibilità di cogliere questa opportunità. Dopodiché vedremo, dobbiamo coniugare le esigenze di bilancio con la voglia di migliorarci”.

Quale insegnamento potrete trarre da questo campionato?
“Mancano ancora 11 gare. Guardando avanti, ci sarà una compressione di avvenimenti. Per cui bisognerà davvero stare attenti a fare una programmazione sportiva di spessore”.

Ci vorrà una rosa ricca.
“Direi di sì, avere una rosa ampia ti permette di sostituire i giocatori infortunati”.

Sanchez e Moses resteranno?
“Questa è una grande anomalia normativa che deve essere colmata. Non è una pagina edificante e bella, stiamo confrontandoci anche col Bayern per Perisic. Spero che questa situazione non alteri il livello competitivo delle varie manifestazioni”.