Perché Timo Werner non ha ancora firmato col Chelsea?

Calciomercato Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: < 1 minuto

Timo Werner al Chelsea sarà il primo dei grandi trasferimenti della prossima sessione estiva di mercato. Forse. Perché il Chelsea non ha ancora fatto firmare nulla all’attaccante tedesco.

Perché il Chelsea non ha ancora fatto firmare Werner? E’ una domanda legittima, che in molti si saranno posti. Del resto, è passata quasi una settimana da quando la Bild lanciava l’indiscrezione del sorpasso dei Blues sul Liverpool – con buona pace di Klopp, probabilmente Werner piaceva solo a lui. Sicuramente, c’è l’accordo in tutto: il Chelsea pagherà la clausola di  cinquanta milioni di sterline al Lipsia per aggiudicarsi l’attaccante, e darà lui un lauto stipendio che permetterà alla stella teutonica di approdare nel massimo campionato inglese. Eppure, la firma stenta ad arrivare.

WERNER – CHELSEA: QUESTIONI DI COVID

Cosa sta succedendo, tra Inghilterra e Germania? Secondo il Mirror, di fatto, sono nate alcune complicazioni. Non sportive, non economiche: mediche. Werner, infatti, pare non aver ancora completato le visite mediche a causa della pandemia da Coronavirus; il virus pare aver ritardato il suo arrivo a Londra e a Cobham, dove avrebbe firmato poi un contratto quadriennale col Chelsea.

Questioni logistiche, questioni burocratiche. Ma il Chelsea deve muoversi: la prossima settimana, a quanto riferisce il quotidiano inglese, scadrà la clausola che lega Werner al Lipsia per cinquanta milioni. In quel caso, gli accordi presi coi Blues perderebbero di valore, con la società tedesca che potrebbe decidere di alzare il prezzo, facendo rimanere il Chelsea con un pugno di mosche in mano. C’è una certa fretta, tra Inghilterra e Germania.