Milan, Rebic: “Futuro? E’ presto, vedremo”

Condividi

Ante Rebic, seconda punta croata del Milan ha rilasciato un’intervista ai microfoni di La Gazzetta dello Sport, nella quale ha affrontato diversi argomenti. L’ex Eintracht Francoforte dopo una partenza a rilento, sotto la guida tecnica di Gianpaolo, ha saputo mettersi in mostra ritagliandosi spazi importanti sotto la gestione Pioli. Sono, infatti, quindici presenze in Serie A condite da sei reti. Di seguito le sue parole raccolte e riportate da gianlucadimarzio.com:

“Pioli mi ha dato fiducia, io sono stato bravo a farmi trovare pronto. Ciò che mi era mancato in passato era stata la continuità, la possibilità di giocare qualche partita di fila. Con Pioli ce l’ho fatta e ho dimostrato sul campo il mio valore. Quanto al futuro dell’allenatore, non spetta a me parlarne. Basti vedere cosa sta succedendo in questi giorni: da un momento all’altro, ci siamo ritrovati in quarantena e in mezzo ad un’incredibile crisi. Fare previsioni non ha senso, fino al 2021 sarò un giocatore del Milan e poi vedremo. Milano come città mi piace, è capace di soddisfare ogni esigenza di chi ci abita e per questo la preferisco a Firenze o Verona, dove pure ho vissuto. Zlatan? Per noi è importante. E’ uno dei migliori della storia del calcio, oltre che – ovviamente – un giocatore fondamentale per noi. Non solo in campo: con le sue indicazioni, Ibra ci aiuta molto. Ha grande personalità e qualità”.