Roma, Smalling: “Dobbiamo migliorare nel rendimento e creare una mentalità vincente”

Roma Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

Chris Smalling, difensore della Roma, ha parlato in conferenza stampa al fianco del tecnico Fonseca alla vigilia del match di Europa League contro il Gent. Ecco le sue dichiarazioni:

La prossima è la partita perfetta per tornare a vincere?
“Sicuramente. La partita successiva è sempre quella perfetta per tornare a vincere. Ora abbiamo due gare in casa per ripartire e avere più successo di quanto avuto fin’ora”.

Perché la Roma fatica ora?
“Difficile dirlo. Fino a Natale avevamo fatto bene, poi la forma e i risultati sono precipitati. Anche noi giocatori ci prendiamo le nostre responsabilità. Dobbiamo lavorare per far sì che sia solo un passaggio a vuoto”.

Come mai in zona gol sei meno pericoloso?
“E’ vero i calci piazzati possono decidere le partite. Vogliamo essere determinanti nella nostra area e in quella avversaria. Ci stiamo lavorando”.

Avete paura come dice Fonseca in questo momento?
“Da difensore fa sempre male prendere molti gol. La nostra era una squadra solida ed è evidente che stiamo affrontando un periodo difficile. Stiamo lavorando sodo in allenamento e vediamo immagini per migliorare collettivamente e individualmente”.

Tu hai già deciso cosa fare nel tuo futuro o aspetti i risultati della squadra a fine stagione?
“A essere onesti la mia concentrazione è solo sui risultati. A Roma mi trovo a mio agio. La città è fantastica e il club mi ha accolto benissimo. Non voglio distrazioni ora e distogliere l’attenzione dai risultati”.

La trattativa con Friedkin sta incidendo sul vostro rendimento?
“No, assolutamente. Personalmente ne sapevo poco e nello spogliatoio non se ne parla molto. La nostra attenzione è volta solo al campo”.

Cosa sta dicendo ora ai giovani?
“La nostra è una rosa composta da diversi giocatori esperti e alcuni che arrivano da altri club. Quando uno vuole giocare nella Roma deve fare i conti con la pressione. Domani giochiamo una gara importante e ci sono oltre 20 calciatori che vogliono scendere in campo. C’è una sana competizione”.

E’ possibile che vi siate sentiti appagati dopo la prestazione con la Lazio?
“Sinceramente non credo. Alla fine è stato un pareggio e abbiamo perso due punti nonostante siamo stati migliori. Dobbiamo migliorare nel rendimento e creare una mentalità vincente perché la Roma è un club che non vince da tempo. Sappiamo l’importanza che avrebbe portare qui un trofeo.”

Print Friendly, PDF & Email