I nostri Social

SERIE A

SPAL, Colombarini: “Ottimista su Iago Falque”

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

Simone Colombarini, presidente della SPAL, ha parlato in zona mista dopo il ko subito nel match di Serie A disputato contro il Bologna. Gli estensi hanno perso 1-3 il derby emiliano allo Stadio Paolo Mazza. Di seguito le sue parole riportate da TMW:

Ottimo l’approccio, poi c’è stata l’incapacità di gestire il vantaggio.
“L’amarezza viene da quello, ci siamo fatti riprendere trenta secondi dopo il vantaggio. Ma si resetta, in avvio di ripresa l’atteggiamento è stato molto buono, per dieci o quindici minuti la partita l’abbiamo fatta noi. Poi alla prima occasione per il Bologna abbiamo preso gol, poi diventa difficile recuperare contro una squadra così solida. Ci abbiamo provato, ma è difficile ribaltare partite del genere. Dispiace tanto, specialmente per i tifosi che ci hanno fatto sentire il loro sostegno dall’inizio alla fine”.

Vi aspettavate più affluenza?
“Quest’anno purtroppo è così, non so se sia per i risultati, o per la posizione in classifica. Per un derby mi aspettavo sicuramente qualche presenza in più. Abbiamo lasciato anche la possibilità solo ai tifosi ferraresi in possesso della tessera del tifoso di acquistare un biglietto per non incorrere in spiacevoli episodi com’è successo col Verona. Speravo di non vedere questi buchi nello stadio, ma purtroppo è così. Dobbiamo prenderne atto, probabilmente perché dopo tre anni di Serie A è calato un po’ l’entusiasmo, si dà per scontato quello che c’è e c’è meno curiosità. Quelli che vengono allo stadio sono quelli affezionati alla squadra, se i numeri sono quelli non possiamo fare molto per invertire la tendenza”.

Pubblicità

Può aver influito il fatto che si potesse acquistare il tagliando solo con la SPAL Card?
“Può avere influito, ma era l’unico modo di evitare quello che è successo col Verona. Se avessimo liberato l’accesso a tutti dai confini della provincia di Ferrara sarebbero arrivati tanti tifosi bolognesi. Abbiamo ricevuto tante critiche dopo la partita con il Verona. Chi ci rimette per qualche spazio vuoto è sicuramente la società: dispiace, ma speravamo di vedere lo stadio quasi pieno”.

Come ha visto Dabo e Bonifazi?
“Dabo l’avevamo già visto, Bonifazi ha giocato dopo un periodo di inattività. Dopo un brivido iniziale ha dato il suo apporto. Sono giocatori che ci possono dare tanto. Noi ci crediamo, lo dimostrano i movimenti che abbiamo fatto sul mercato, e se possibile vorremmo rafforzare ulteriormente la rosa. Ma sono convinto che i giocatori in squadra abbiano le carte in regola per raggiungere l’obiettivo, l’hanno dimostrato a Bergamo, ma anche oggi. Purtroppo si perde, abbiamo giocato contro una squadra superiore a noi ma abbiamo fatto una buona partita, siamo anche andati in vantaggio e li abbiamo messi in difficoltà varie volte. Bisogna commettere meno errori, perché in Serie A si pagano. Oggi il Bologna è stato cinico”.

Quante possibilità ci sono per Iago Falque?
“È difficile dirlo. Io sono ottimista, credo ci siano buone possibilità, ma la decisione spetta a lui. Vagnati non sta mai fermo, ma non abbiamo neanche parlato. Speriamo possa arrivare in tempi rapidi, confidiamo in una risposta positiva nei prossimi giorni”.

Pubblicità

Potrebbero esserci altri arrivi?
“Fosse per me la SPAL sarebbe completa con l’arrivo di Iago, poi dovessero esserci altre partenze vedremmo di modificare ulteriormente la squadra. Il mercato è sempre imprevedibile”.

Pubblicità

in evidenza