I nostri Social

News

Verona, Zafferoni: “Abbiamo fatto una buona partita, ma la Roma…”

Pubblicato

il

Verona
Tempo di lettura: 3 minuti

Il Verona non riesce a conquistare punti in terra capitolina contro la Roma. I Giallorossi hanno la meglio grazie al primo gol di Solbakken, che regala i tre punti a Mourinho e il terzo posto in  classifica a pari punti con il Milan.

Al termine del match il tecnico degli Scaligeri, Zafferoni, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in conferenza stampa:

Come mai l’Hellas ha faticato rispetto ad altre gare?
“Direi che sotto tanti punti di vista la squadra ha fatto una buona gara. Non dimentichiamoci la forza dell’avversario, quando giocano in questo stadio è una squadra forte, che è difficilissima da battere. La cosa che ci ha condizionato è questo gol preso nel finale di primo tempo, che ha messo la partita sui binari che la Roma predilige. Nel secondo tempo è stata brava a chiudere gli spazi, abbiamo trovato qualche difficoltà in più perché abbiamo faticato nella fase di finalizzazione e di ultimo passaggio, in cui siamo carenti. In termini di intensità e di duelli la squadra ha fatto una buona gara contro giocatori molto forti”.

Pubblicità

Verdi poteva essere un’idea?
“Abbiamo provato con Braaf perché ha determinate caratteristiche, poi abbiamo provato qualche palla sopra per qualche spizzata o seconda palla perché si vedeva che non riuscivamo a trovare una strada per imbucare. Siamo stati imprecisi perché nei cross e nell’ultimo passaggio abbiamo avuto opportunità e abbiamo sbagliato misura e tempo. Contro una squadra di questo tipo è difficile, fare gol alla Roma in questo stadio è veramente difficile”.

Lazovic?
“Un giocatore fondamentale, stiamo giocando delle partite ad alta intensità, facciamo sempre tutti i cambi perché stiamo spendendo veramente tanto dal punto di vista fisico e mentale. Si è cercato di trovare qualche soluzione diversa con calciatori che abbiano caratteristiche nell’uno contro uno, è un dosaggio di energie che per noi sarà fondamentale”.

Il cambio Gaich-Lasagna?
“Era un’opzione che avevamo, potevamo trovare qualche combinazione nello stretto. Lui è molto svelto e rapido. Da una parte ci sono le cose che dobbiamo migliorare, non dobbiamo dimenticarci che battere questa squadra, specie quando va in vantaggio, è complicato”.

Pubblicità

Che cosa potrà succedere da qui a fine campionato nella lotta salvezza?
“È una domanda difficile. Quello che si può prevedere è una lotta fino all’ultima giornata. L’obiettivo è rimanere in lotta fino a fine campionato. Siamo riusciti a rientrare, il percorso è lungo, il margine di errore sottilissimo. Prevedo ogni partita giocata sul filo, la chiave sarà riuscire ad avere equilibrio, non farsi demoralizzare o esaltare dai risultati. Rimanere equilibrati sarà la chiave per ottenere il nostro obiettivo”.

Era possibile recuperare la partita con qualche soluzione offensiva in più?
“Sì, ma sappiamo di dover migliorare questo aspetto. Sappiamo che le occasioni sono sempre meno e che bisogna essere bravi a sfruttarle. Questo è l’aspetto in cui siamo mancati”.

(Foto: LBDV)

Pubblicità

Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitchTwitch

Laureando in Giurisprudenza presso l'Università degli studi Suor Orsola Benincasa. Redattore LBDV, nonchè scrittore e conduttore di "BLITZ!" e "MATCH!" - i programmi in diretta social dedicati, rispettivamente, al calciomercato e alla stagione calcistica.

in evidenza