OCCHIO ALLE PAGELLE: Sassuolo 0 – 2 Lazio

Htest Lazio Rubrica Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Dopo tre partite senza successi la Lazio rialza la testa e conquista i 3 punti che la tengono attaccata al treno Champions. Atteggiamento molle e timido nel primo tempo che però si conclude in vantaggio grazie a un rigore conquistato da Milinkovic e trasformato da Zaccagni. Un Sassuolo incerottato, causa diversi assenti, non crea grossi grattacapi alla difesa biancoceleste. Un solo punto in sette partite e quarta sconfitta consecutiva per i Neroverdi. Secondo tempo che vede crescere la Lazio mentre il Sassuolo si affloscia alla distanza. La Lazio ha il merito di non disunirsi come accaduto nelle ultime due partite. Se vogliamo trovare un neo il raddoppio arriva decisamente troppo tardi grazie a un contropiede di Anderson al 93’. Vittoria che rilancia la Lazio soprattutto alla vigilia di un Lazio-Milan che ora diventa molto interessante.

LE PAGELLE:

Provedel: Attento su tutte le conclusioni avversarie, anche se non irresistibili. Voto 6

Hysaj: Mai una sovrapposizione ma non si fa sorprendere difensivamente anche se ha un cliente scomodo dal suo lato. Voto  6

Casale: Spende troppo presto la sua prima ammonizione ma poi prosegue in maniera pulita la sua partita. Voto 6

Romagnoli: Solita prestazione solida e senza fronzoli. Diversi interventi brillanti neutralizzano gli attacchi del Sassuolo. Voto 6,5

Marusic: Con l’assenza di Lazzari avrebbe dovuto osare di più offensivamente ma rimane bloccato come al solito. Voto 5,5

Milinkovic: Evanescente come purtroppo ci sta abituando in questo periodo, causa il rigore che gli fa strappare la sufficienza. Voto 6

Cataldi: Solita regia senza eccellere. Voto 6

Luis Alberto: Primo tempo opaco, ripresa sui suoi standard. Illumina la Lazio. Voto 7

Felipe Anderson: Troppo presto la sua partita cambia e deve agire centralmente dove fa quel che può da punta adattata. Cresce alla distanza e culmina col raddoppio. Voto 6,5

Immobile: Lascia la Lazio orfana dopo appena 15 minuti per un risentimento, forse non sarebbe dovuto proprio scendere in campo. S.V.

Zaccagni: Il più attivo tra gli attaccanti, trasforma freddo il rigore del vantaggio. Voto 6,5

Pedro: Viene subito chiamato in causa dato l’infortunio di Immobile ma non riesce a incidere. Ha l’occasione più ghiotta dei suoi nel primo tempo ma spara sul difensore avversario. Meglio nella ripresa come tutta la Lazio. Voto 5,5

Vecino: Subentra in cabina di regia, non il suo ruolo. S.V.

Patric: Entra al 90’, troppo poco per incidere S.V.

Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitchTwitch

Print Friendly, PDF & Email