Sampdoria

Sampdoria, Ferrero: “Compro sei calciatori e ci salviamo”

Htest News Prima Pagina Sampdoria
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

L’ex Presidente della Sampdoria Massimo Ferrero ha parlato del momento dei blucerchiati in un’intervista rilasciata a Il Secolo XIX. Il vulcanico Ferrero vuole tornare a pieno regime a occuparsi del club, in quanto la sua famiglia possiede le quote di maggioranza della squadra di Genova.

Massimo Ferrero vuole salvare la Sampdoria e sarebbe disposto a farlo attraverso nuovi acquisti nella sessione invernale di calciomercato. Di seguito le parole di Ferrero sui diversi temi in casa Sampdoria (campionato, tifosi e cessione) riportate da tuttomercatoweb.com:

Guardando la partita con il Torino in televisione, la settimana scorsa, mi sono sentito male. Ho accusato un fortissimo attacco d’ansia… ne parlo ora perché so che è uscita sui social e anche su qualche giornale. Ho molto pudore della mia privacy. Sono andato al pronto soccorso. La situazione della Sampdoria mi fa molto soffrire. Non riesco, non posso restare inerme. Ho sempre avuto fiducia in Marco Lanna, tanto è vero che l’ho messo al mio posto, quello di presidente, sapendo anche che era una figura molto gradita dalla tifoseria blucerchiata. Sta lavorando, ha scelto lui ad esempio Dejan Stankovic. Mi colpiscono la sua serenità, il sorriso che riesce a mantenere in questo periodo. Si rende conto della situazione o è un grande attore? Io invece sicuramente mi sento molto male perché sono cosciente della gravità del rischio che corre la Sampdoria”.

Ferrero potrebbe tornare ad occuparsi del club, una volta scaduta la pena accessoria: “Me lo auguro. Ci sto lavorando perché il mio obiettivo è quello di cercare di riportarla in un porto sicuro. La verità è che la mia famiglia è proprietaria della società blucerchiata e quindi in tale qualità ho sempre continuato, continuo e continuerò ad interessarmi delle sorti della squadra perché rappresenta nove anni della mia vita. Negli ultimi mesi la situazione economica e sportiva è precipitata. Voglio mettermi in gioco e devo trovare le risorse economiche per andare avanti fino a fine stagione e per rinforzare la Sampdoria. Ci vogliono innesti di nuovi calciatori nella prossima finestra del mercato di gennaio, secondo me almeno sei.

Ferrero chiede la tregua ai tifosi: “Ma nello stesso tempo bisogna finirla con la guerra, chiedo una tregua ai tifosi. Sono consapevole in passato di avere commesso degli errori, a volte mi sono espresso male a causa della mia.. “romanità”. Un lessico particolare, una cultura differente. Chiedo scusa a chiunque si sia sentito offeso, non era assolutamente mia intenzione. Penso però che adesso solamente l’unione, e non la divisione, possa aiutare la Sampdoria. Basta pregiudizi, basta violenza. Aiutatemi ad aiutare la Sampdoria a uscirne. Garantiamo un futuro all’altezza e vi do la mia parola d’onore che una volta che la squadra approderà in un porto sicuro io sparirò e vi ringrazierò per sempre”.

La cessione: “Se ne occupa Vidal. Nel frattempo bisogna pensare al presente, evitare una retrocessione che la Sampdoria e i suoi tifosi non si meritano. Bisogna rinforzare la rosa di questa squadra, questa è assolutamente una priorità, ma in ogni caso i calciatori della Sampdoria vanno sempre difesi. Attaccare il pullman non risolve niente. Il mio è un appello accorato per dire facciamo una tregua e poi me ne vado via. Siete la tifoseria più bella del mondo, pensiamo alla Sampdoria e portiamola in salvo. Altra priorità è poi tenere la barra economica dritta per vendere la società. Ringraziamo Banca Macquarie e Banca Sistema, in particolare l’ad il dottor Gianluca Garbi, che ha dimostrato di avere fiducia nella mia persona e nella Sampdoria. Seguiteranno a starci vicino”.

(Foto: LBDV)

Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitchTwitch

Print Friendly, PDF & Email