Foto LBDV

TOP 11 – Ecco i migliori undici della settima giornata

Htest Rubrica Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: 5 minuti

La vittoria del Napoli in casa del Milan ha concluso la settima giornata di campionato, che ha quasi espresso i primi verdetti di questa stagione. Infatti la prima storica vittoria del Monza in Serie A ai danni della Juventus, ha certificato, qual ora ce ne fosse bisogno, la crisi dei bianconeri che sprofondano all’ottavo posto. L’Inter e la Roma perdono rispettivamente con la straripante Udinese di Sottil, e la spettacolare Atalanta di Gasperini, che condivide il primato in classifica con i partenopei.

Andiamo insieme a vedere la squadra ideale di questa giornata di campionato.

PORTIERE

Alex Meret (Napoli) – In barba alle critiche subite per tutta l’estate, Alex Meret si è preso di diritto la titolarità della porta partenopea e confermandosi padrone della difesa grazie a prodigiosi interventi sia in campionato che in Champions League. Nel big match di San Siro ha letteralmente salvato il risultato in almeno tre occasioni: la prima con una deviazione mostruosa sulla traversa su Giroud, la seconda su un colpo di testa ravvicinato di Krunic e la terza su un insidioso tentativo di Messias. Qualcuno dovrà chiedere scusa a questo ragazzo, per averlo giudicato troppo presto.

DIFENSORI

Kim Min Jae (Napoli) – Incolpevole sul gol del momentaneo pareggio dei rossoneri, il gigante coreano fornisce un’altra gigantesca prova fatta di concentrazione e aggressività. Inizialmente soffre l’esperienza di Giroud, ma una volta prese le misure al francese si riproduce in una partita perfetta, conclusa con un intervento salva risultato al minuto 93 su un colpo di testa di Brahim Diaz.

Jaka Bijol (Udinese) – Si abbatte sull’Inter come un urgano, annullando Lautaro e compagni e firmando il gol del due a uno che lancia la sua Udinese verso i piani altissimi della classifica. Lo sloveno Bijol dopo uno sfortunato avvio di stagione condizionato da una serie di infortuni, ha finalmente avuto la possibilità di dimostrare a tutti che il suo acquisto da parte di Pierpaolo Marino, non è una semplice scommessa, ma che può diventare un grande colpo del direttore bianconero

Armando Izzo (Torino) – Il Monza centra la sua prima vittoria storica in Serie A a discapito della Juventus, e protagonista di questo epocale evento è senz’altro il difensore ex Torino Armando Izzo. Il calciatore napoletano si è erto a leader difensivo della squadra brianzola francobollandosi a tutti gli attaccanti bianconeri, in special modo all’argentino Angel Di Maria che per liberarsi dall’asfissiante marcatura del difensore del Monza lo ha colpito con una gomitata che ha lasciato in dieci la sua squadra.

CENTROCAMPISTI

Stanislav Lobotka (Napoli) – Il centrocampista slovacco è sempre più perno del centrocampo di Luciano Spalletti. Gli attenti osservatori del match avranno notato come il ruolo di “Lobo” non è stato quello di sempre. Infatti la regia della squadra è passata quasi completamente attraverso i piedi di Anguissa, ma il 68 partenopeo ha svolto come sempre un lavoro fondamentale andando ad interrompere qualsiasi iniziativa avversaria usando fisico e soprattutto sagacia tattica, che hanno permesso al Napoli di uscire da alcune situazioni complicate.

Filippo Bandinelli (Empoli) – L’Empoli allenato da Paolo Zanetti, da sempre è cascina di grandi talenti. Dopo i vari Zielinski, Paredes, Mario Rui, pare che insieme al giovane Parisi, stia nascendo un nuovo profilo interessante, quello di Filippo Bandinelli. Il centrocampista della squadra toscana è salito agli onori della cronaca non solo per i due gol fatti nelle ultime due giornate, ma anche per essere diventato un perno fondamentale del gioco di Zanetti, che intorno a lui sta costruendo la salvezza dell’Empoli.

Jonathan Ikonè (Fiorentina) – Nel periodo più difficile della Fiorentina sotto la guida di Vincenzo Italiano, la squadra viola trova nuova linfa vitale in uno degli acquisti più importanti della scorsa sessione invernale di calciomercato. Dopo le prime difficoltà d’inserimento, visto anche il suo carattere sensibile, Ikonè sta trascinando la squadra viola fuori dalla mini crisi in cui era caduta qualche settimana fa. Dopo il gol contro la Juventus, arriva un’altra grande prestazione, conditada un grande gol che spiana la strada al successo sul Verona.

Emmanuel Giasy (Spezia) – Lo Spezia di Luca Gotti piega in casa la Sampdoria nel derby ligure di giornata. La squadra spezina riesce a rimontare l’iniziale svantaggio ad opera di un euro gol di Sabiri portando a casa la partita per 2 a 1. Il giocatore italo-ghanese spalla di Nzola in attacco, pur non segnando ha offerto una grande prova che ha messo a ferro e fuoco la difesa doriana, in costante affanno grazie ai suoi continui inserimenti.

ATTACCANTI

Ciro Immobile (Lazio) – Altri due gol per Ciro Immobile, assoluto protagonista del rotondo quattro a zero della sua Lazio in casa della Cremonese, troppo debole per fermare l’ondata laziale. L’attaccante di Sarri e della nazionale, oltre alle due marcature contribuisce in modo significativo al gioco della Lazio aprendo spazi per i compagni, suo infatti l’assist del quattro a zero di Pedro.

Giovanni Simeone (Napoli) – L’attaccante argentino ex Verona sta velocemente scalando le posizione nei cuori dei tifosi partenopei. Entra a metà secondo tempo per tenere su la squadra e cercare di salvaguardare il vantaggio siglato da Politano su rigore, e si trova con merito ad essere l’eroe della serata grazie ad una azione in cui mostra tutto il suo repertorio. Riceve palla in aria di rigore, resiste alla pressione dei tre difensori rossoneri, scarica su Maro Rui e riparte attaccando la porta e anticipando con un grandissimo movimento Kalulu, andando ad insaccare di testa un cross perfetto del terzino portoghese azzurro. Centravanti vero!

Olivier Giroud (Milan) – Impossibile non inserire il centravanti francese che per la terza giornata consecutiva timbra il cartellino, anche contro la solidissima difesa partenopea. Oliver Giroud tiene costantemente in apprensione la difesa azzurra sfiorando il gol in più circostanze, fermato soltanto da un Alex Meret in stato di grazia. Puntuale e preciso nel farsi trovare pronto sul tap-in vincente che è valso il momentaneo pareggio su assisti di Theo Hernandez.

(Foto LBDV)

Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitch

Print Friendly, PDF & Email