Luca Marelli

L’ex arbitro Luca Marelli a LBDV: “Super League? Il calcio non è più romantico”

Esclusive
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Ieri, nel corso della trasmissione ‘Aspettando Il Calcio Nel Mercato‘, abbiamo avuto il piacere di ospitare l’ex arbitro Luca Marelli. Ex fischietto della sezione di Como che può vantare 15 partite in Serie A e ben 58 in Serie B. Di seguito andremo a riportare alcune delle sue dichiarazioni, per le dichiarazioni complete è possibile rivedere la trasmissione sul canale Youtube de Le Bombe Di Vlad.

SUPER LEAGUE

Una Lega Europea penso che sia una naturale evoluzione del calcio come è attualmente: dobbiamo lasciar perdere il romanticismo degli anni ’80. Quel calcio non esiste più! Lo sport non è più sport ma business a tutti gli effetti, basta pensare al Rugby con il Sei Nazioni che è un torneo ad inviti. Stessa cosa l’Eurolega nel basket, anche questa funziona con gli inviti. Senza parlare poi degli sport statunitensi che non funzionano ad inviti ma per franchigia e, sostanzialmente, può essere usato come metro di paragone. Tornei con squadre fisse che di volta in volta cambiano sede, con l’aggiunta di nuovi partecipanti che possono offrire delle garanzie.

Io non mi schiero, ci sono dei pro e dei contro: la formula sembrava interessante ma è evidente che ci sia qualcosa che non funziona. Tante sono le cose a non funzionare in questo mondo calcistico. Credo che non ci siano stati accordi, i toni sono stati troppo elevati in questi due giorni per poter pensare che ci sia stata una trattativa. Ceferin ha parlato di guerra e colpo di Stato: un linguaggio non consono al mondo dello Sport. Queste sono delle scemenze e non vanno paragonate a cose serie della vita reale!”

ARBITRI 

Questa stagione per gli arbitri italiani non è una brutta stagione, di livello più alto rispetto allo scorso anno. La riunificazione della CAN A e B (Commissione Arbitri Nazionale, ndr) era necessaria da tempo, è stato posto un rimedio ad un errore compiuto molti anni fa.

Non c’è stato il ricambio nella classe arbitrale, dato che negli ultimi dieci anni ci sono stati gli arbitri migliori ma non sono stati rimpiazzati perché non sono stati formati gli altri. La divisione delle CAN ha paralizzato l’evolversi della classe arbitrale e non mi spiego il perché Nicchi abbia deciso di effettuare questa divisione. Nessuno lo ha mai chiesto all’ex presidente dell’AIA. Oggi ci sono degli arbitri in Serie A che dieci anni fa avrebbero faticato nel raggiungere la Serie C”.

Rimandiamo al video per le dichiarazioni integrali rilasciate in diretta dall’ex arbitro Luca Marelli:

(Foto: Facebook Luca Marelli)

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitch