#SOCIALVLAD – Buon Compleanno Juve, 123 e non sentirli

Social
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

123 anni da quella storica panchina, quella su cui quattro ragazzi del liceo D’Azeglio di Torino si sedettero per dar vita a quella che ancora oggi è tutt’altro che un sogno.

Parliamo di una realtà, uno stile di vita, quei due colori che rappresentano tutte le tinte che i nostri occhi possano vedere, un’unica bandiera in grado di portare sotto il suo vessillo una nazione intera.

Amata, odiata, ma soprattutto invidiata: la Juventus festeggia oggi il suo centoventitreesimo compleanno, e lo fa sui suoi canali social mettendo in mostra la propria storia come in una galleria d’arte: un numero infinito di capolavori, un’altrettanta infinita schiera di artisti che indossando quei colori hanno reso lustro ad una società che non è solo calcio: è soprattutto mentalità.

Quella di non sapersi arrendere, il fino alla fine che non è solo un modo di dire. Lo sa bene chi è passato su quel campo, dal Delle Alpi all’Allianz Stadium, la nuova casa inaugurata meno di dieci anni fa. Una crescita esponenziale per quello che ad oggi è uno dei più forti brand a livello mondiale, in grado di catturare l’attenzione internazionale, la riconoscibilità, la concretezza di cui ad oggi è costituita questa realtà.

E l’amore di chi con questi colori ha costruito l’intera carriera. Chiedetelo a Gigi Buffon, fresco di vittoria sullo Spezia. Uno che sa bene quale sia il regalo giusto per una signora a cui l’età non si chiede mai.

E chi quella maglia ce l’ha tatuata dentro. Chi comprende, chi vive lo spirito Juventino lo sa. Claudio Marchisio, lo sa.

E di quella foto iconica, con Gianni Agnelli, Giampiero Boniperti e Vittorio di Chiusano, c’è Umberto Agnelli, che proprio oggi avrebbe festeggiato il suo 86esimo compleanno, insieme alla sua Juventus, con cui ha vinto e stravinto da Presidente. Ecco, quando la vita vuole farti un regalo, è una cosa più o meno così.

Foto Copertina: Twitter Juventus FCù

 

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitter