IL PUNTO – Magnifico

Napoli News Rubrica
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

1° gennaio 1449 nasce Lorenzo de’ Medici detto il Magnifico. A distanza di più di 500 anni un altro Lorenzo si fregia dello stesso appellativo. Oggi indossa la maglia numero 24 del Napoli. Parliamo ovviamente del capitano partenopeo Lorenzo Insigne. Devastante domenica con la Fiorentina. Una prestazione superlativa condita da una doppietta ed un assist che gli hanno valso il ‘Man of the Match’ e che ha fatto coincidere con la passeggiata degli azzurri sui viola con un tennistico 6-0. Azzurri padroni del match, lontani parenti di quelli che riuscivano a sprecare decine di palle gol a partita. Con i viola è ‘tutta n’ata storia’. Cinismo, cattiveria in mezzo al campo e sotto porta. La coppia Demme-Bakayoko funziona bene, forse meglio di altre, ma siamo sicuri che la grande prestazione dei partenopei non sia figlia di un Insigne in grande spolvero? D’altronde quando gira Lorenzo gira anche la sua squadra, che sia Napoli o Italia. Non sono un caso le parole al miele che il c.t. della Nazionale Mancini ha espresso in settimana per descrivere l’importanza del ‘folletto’ azzurro e la sua imprescindibilità. In sintesi: “Prima Lorenzo e poi tutti gli altri”. E Lorenzo sta ricambiando, da buon leader, la fiducia concessagli. Si è caricato Napoli e Nazionale sulle sue fragili spalle, non sfigurando nelle vesti di condottiero. E c’è ancora chi lo critica…

Questo sarà un anno davvero importante per lui.

Da un lato il Napoli che si è rilanciato alla grande per i primi posti del campionato. La lotta alle milanesi resta serratissima. Con un’Inter che ha sgretolato la Juventus nel derby d’Italia ed un Milan che si aggrappa ad un immortale Ibrahimovic (doppietta al rientro col Cagliari) e a Mandzukic (colpo di mercato in arrivo) per cercare di alzare il tricolore a maggio.

Dall’altro l’Europeo posticipato causa Covid da leader di una Nazionale che si candida per un posto tra le prime della classe.

Fino ad allora 5 mesi davanti. Solo il tempo potrà dirci cosa accadrà ed incoronare Lorenzo davvero ‘Magnifico’.