Brescia, Cellino: “Stiamo vivendo una tragedia. Serie B? Ci vado a testa alta”

SERIE A
Condividi
Tempo di lettura: < 1 minuto

Massimo Cellino, presidente del Brescia Calcio, ha rilasciato un’intervista a TuttiConvocati, show sportivo di Radio24_news. Ecco le sue parole riportate dal loro profilo ufficiale twitter:

RITORNARE IN CAMPO – “La FIFA dice finiamola qui, il CONI anche, la nostra Federazione ricorda il Governo che forma un sacco di commissioni. Stiamo vivendo una tragedia, vivo a Brescia e sto vedendo cose che non auguro a nessuno di vedere, ecco perchè mi arrabbio.”

ASPETTO ECONOMICO – “Ci si nasconde dietro i problemi economici. L’azienda calcio è l’unica in grado di risollevarsi e ripartire in autonomia, senza chiedere aiuti a Governo e a nessuno, ci nascondiamo dietro consigli di burocrati non coinvolti nell’azienda calcio “

SUL TAGLIO DEGLI STIPENDI – “Se non incassiamo soldi, i calciatori di Serie A se si comprano una Lamborghini in meno non succede nulla, loro sono disponibili, ma devi dirgli le cose come stanno. Non puoi dirgli ti tolgo lo stipendio e poi devi giocare 3 volte a settimana”

SULLA RETROCESSIONE – “Se serve che il Brescia retroceda per salvare il calcio, io retrocedo e ci vado a testa alta in Serie B.”

Print Friendly, PDF & Email