ANGOLO DEL TIFOSO BOLOGNA – Squadra a due facce

SERIE A
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

Bologna – Napoli è stata una partita a due facce.

Ci sentiamo però di partire da una considerazione: se la squadra di Mihajlovic gioca come il secondo tempo, con quella foga, quelle trame e quel pressing, può fare male a tantissime squadre. Questa qualità, però, viene spesso fuori solo quando si deve recuperare il risultato.

Il goal di Manolas al settimo minuto del primo tempo sembrava, per errore di posizione di Tomiyasu, lo stesso preso contro il Parma da parte di Roberto Inglese.

Il giovane difensore giapponese deve imparare a frapporre il proprio corpo fra palla e avversario, altrimenti sarà sempre in difficoltà. Essere in svantaggio dopo solo sette minuti significa che la partita preparata va ridisegnata. Le energie moltiplicate per il recupero e gli equlibri rivisti per fare goal.

In questo senso, il Bologna ha provato a tessere la tela per arrivare al pareggio ma, nel primo tempo, non è stato sufficientemente efficace. Solo Mbaye realizza un bellissimo goal di testa, però annullato perchè in fuorigioco.

Nel secondo tempo, a prescindere dalle sostituzioni delle due squadre, i ragazzi di Mihajlovic entrano in campo con uno smalto diverso. L’intervallo, come spesso è capitato ma questa volta ancora di più, contribuisce a dare quell’energia che mette alle corde l’avversario.

È un monologo di calcio giocato, qualità e occasioni. Altro goal annullato a Palacios, sempre per una spanna in fuorigioco. Splendido goal segnato da Barrow all’ottantesimo minuto, palo di Danilo con un tiro dalla distanza di Danilo e altra occasione per Palacio con pallone fuori di poco.

Il Napoli sparisce dalla circolazione per tutto il secondo tempo e dichiara per voce del suo allenatore Rino Gattuso a fine partita: “ci è andata bene”.

Finisce in pareggio una partita che il Bologna, come spesso accade, poteva tranquillamente vincere. Ormai è un ritornello.

Una squadra che non capitalizza quanto costruisce, come il Bologna, in Italia, non c’è. Una nota di merito speciale a Musa Barrow, decisamente il migliore in campo. Corre, difende, fa assist, segna. Incredibile prestazione e condizione fisica. Da quando è arrivato, ha realizzato già otto goal ed ha impressionato per le sue qualità tecniche e fisiche. Ottimo acquisto.

Mihajlovic è comunque soddisfatto della partita disputata dai suoi giocatori. Finalmente, la sua creatura, fatta di giovani talenti, si sta avvicinando a ciò che lui vuole. Ritmo, scambi veloci, intensità, corsa.

La classifica ormai – e lo ripetiamo – non è più affare che riguarda noi tifosi del Bologna. Vogliamo giocare bene e arrivare, alla fine di questo strano campionato, almeno in una posizione migliore rispetto a quella dello scorso anno.

Arrivare ottavi sarebbe un risultato di prestigio assoluto anche se pensare che la settima va in Europa League…

Print Friendly, PDF & Email