ANGOLO DEL TIFOSO BOLOGNA – È andata così…

Condividi

C’eravamo lasciati che la partita poteva valere punti per l’Europa… ebbene il Toro ha vinto e per i punti guadagnati, tre, va avanti rispetto ai rossoblu.

Ma, come a volte capita, il risultato è alquanto bugiardo. Il Torino ha fatto solo due azioni degne di essere definite pericolose ed ha realizzato un goal. Il Bologna ha pressato, impostato e sprecato.

Se vediamo le statistiche della partita, comprendiamo quanto Mazzarri oggi debba dire grazie alla buona sorte.

Possesso palla 61% Bologna – 39% Torino. Tiri in porta 17 Bologna – 8 Torino. Passaggi 425 Bologna – 288 Torino. Precisione nei passaggi 74% Bologna – 63% Torino. Calci d’angolo 9 Bologna – 3 Torino.

La fotografia è nitida. Evidenziamo anche due errori inusuali per Palacio, da solo davanti a Sirigu. Insomma, una giornata nera e sfortunata per i ragazzi di Mihajlovic.

In questi casi, il risultato non è figlio dei valori espressi in campo. La considerazione da cui ripartire è che una squadra in trasferta, che ha un approccio del genere su un campo difficile, ha un grande futuro. Poi gli episodi possono essere a sfavore, ma la certezza di esserci rimane.

Negli spogliatoi lo staff tecnico si sarà sicuramente e giustamente complimentato con tutti i giocatori. Anche i dieci minuti giocati da Nico Dominguez hanno ottimamente impressionato.

Il giovane talento argentino ha immediatamente mostrato, con due giocate, la sua classe cristallina. Ha sopratutto disegnato un filtrante mettendo Palacio davanti al portiere avversario. Avere nella testa e nei piedi quelle geometrie di gioco significa essere dei grandi. Giocare così per la prima volta in serie A, e per di più in una partita così complicata, merita un plauso e ammirazione.

Il girone di andata oggi è terminato. Il prossimo week end inizia quello di ritorno e tutte le squadre, compreso Bologna e Torino, dovranno raccogliere ciò che hanno seminato.

Siamo certi che la semina rossoblu darà i suoi frutti. Magari Sinisa non porterà i suoi ragazzi e la città in Europa quest’anno ma sarà fino alla fine lì, per provare ad esserci.

Vogliamo pensare, visto che i conti di solito tornano, che i rossoblu vinceranno da qui alla fine almeno una partita con un tiro in porta e non meritando.

Così da poter recuperare l’ingiustizia subita oggi. Se poi Mazzarri sarà così bravo a qualificarsi per la prossima Europa League, consigliamo alla società di Cairo di rifare il manto erboso dello stadio: un campo di patate, una vergogna. In Italia ci sono campi di serie C migliori del terreno di gioco di Torino.

Forse qualche commento sembrerà eccessivo. Ma a volte risulta difficile, per un tifoso, essere diplomatico.

Bologna – Verona e Sassuolo – Torino saranno le prossime sfide delle due contendenti di oggi. Vedremo il campo che risposte darà.