I nostri Social

Angolo del tifoso

ANGOLO FROSINONE – Fischi per fiaschi

Pubblicato

il

Barrenechea Frosinone
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Frosinone incontra un’altra big, questa volta è la Roma ad essere ospite allo Stirpe, la squadra di De Rossi reduce anche dall’impegno infrasettimanale in Europa League sicuramente non vorrà sottovalutare i ciociari che si sono rivelati un avversario ostico, per tutte le squadre affrontate fino a questo momento, soprattutto in casa.

UN TEMPO DI CARATTERE

Il Frosinone inizia molto bene il primo tempo, complice un avvio non totalmente convincente della Roma, la squadra di Di Francesco pressa alto e arriva spesso alla conclusione, molteplici sono le azioni capitate sui piedi di Kaio Jorge e soprattutto del solito Matias Soule che chiama più volte in causa Svilar, il giovane portiere della Roma, infatti, compie una serie di grandi parate che negano più volte il goal alla squadra di mister Di Francesco. Verso la fine del primo tempo però una super cavalcata di Huijsen, che si conclude con il goal del giovanissimo difensore che a gennaio era stato vicinissimo a vestire la maglia gialloblu e che è stato fischiato per gran parte del primo tempo dai tifosi di casa, porta in vantaggio la Roma che chiude il primo tempo in vantaggio.

ANCORA BLACKOUT

Mister De Rossi nel secondo tempo cambia molto, così come lui anche mister Di Francesco, i cambi dei giallorossi però si rivelano più azzeccati e gli ospiti trovano prima il due a zero con un tap-in di Azmoun e chiudono infine i conti con il tre a zero dal dischetto firmato da Paredes. Il Frosinone che nel primo tempo aveva dato l’impressione di essere in partita e di poter mettere in difficoltà i giallorossi, come confermano anche le statistiche visti i numerosi tiri (25) e i corner a favore (10), nel secondo tempo si rivela del tutto spento e, come è già successo molte volte in questa stagione, subisce i soliti due goal nel finale della partita.

Pubblicità

Foto: DepositPhotos

Pubblicità

in evidenza